Quantcast

La Pieve intitola il centro San Michele ai coniugi Zaccagnini: alla cerimonia Bonaccini, de Pascale e mons. Ghizzoni

Si terrà domani, mercoledì 12 maggio in forma privata, la cerimonia di intitolazione ai coniugi Anna e Benigno Zaccagnini del Centro Residenziale San Michele, gestito dalla cooperativa sociale La Pieve. Alla cerimonia parteciperanno il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Ravenna Michele de Pascale e l’arcivescovo di Ravenna mons. Lorenzo Ghizzoni, che benedirà la nuova targa posta fuori dal centro.

La struttura attualmente ospita e accoglie adulti con disabilità fisica e/o psichica di grado medio/grave e con autonomie, espresse o potenziali, e propone attività socio abilitative e percorsi educativi. Nell’ambito della rete strutturata dei servizi alla persona, il Centro Anna e Benigno Zaccagnini rappresenta uno spazio privilegiato per promuovere la massima autonomia possibile della persona ospitata attuando percorsi educativi e abilitativi flessibili.

Centro Residenziale San Michele

Attualmente è in corso una ristrutturazione del complesso che darà modo di realizzare nuovi spazi per accogliere nuovi ospiti e un ambiente per il “dopo di noi”. La struttura si trova a San Michele a Ravenna, dove per lunghi anni è stato parroco don Giuseppe Zaccagnini fratello di Benigno. La targa di intitolazione del centro sarà scoperta dai figli di Benigno ed Anna Zaccagnini, Livia, Carlo e Giovanni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da valerio b.

    Massimo rispetto per la meritevole attività della Pieve e per le persone a cui viene dedicato il nuovo centro aziendale ma questa lapide non è fatta bene. Cosa dicono all’osservatore quelle date riportate, non ci sarà sempre qualcuno a spiegarglielo.