Quantcast

“Stop al regime di apartheid di Israele”: a Ravenna si è tenuto il sit in per i diritti del popolo palestinese foto

“Mentre continua a salire l’escalation della violenza e il bilancio delle vittime a Gaza, Gerusalemme e Cisgiordania cresce la mobilitazione in tutta Italia in solidarietà con il popolo palestinese” scrivono dal Comitato BDS Ravenna e Donne in Nero Ravenna. Per questo, anche a Ravenna si è tenuto un sit in pacifista oggi pomeriggio, sabato 15 maggio, in Via Cavour, davanti a S. Domenico. Circa una sessantina le persone presenti, tra le quali anche l’ex parlamentare di Sinistra Italiana Giovanni Paglia.

sit in per i diritti del popolo palestinese

 “La violenza si ferma quando se ne rimuovono le cause – spiegano – per i diritti del popolo palestinese, stop al regime di apartheid di Israele! Dopo 73 anni dalla fondazione Israele continua a portare avanti il suo piano di insediamento coloniale e impone a tutti i palestinesi un regime di apartheid attraverso l’espropriazione di terre, case, risorse, con arresti, uccisioni e attacchi violenti di coloni e esercito nei villaggi e città palestinesi. La comunità internazionale continua a ignorare i crimini di Israele, la violazione sistematica dei diritti umani e del diritto internazionale e la non applicazione delle risoluzioni dell’ONU. Non basta invocare la fine delle violenze. non ci puo’ essere pace senza giustizia Occorre una decisa azione diplomatica per la giustizia, il rispetto del Diritto Internazionale e il diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese. Occorre rimuovere le cause della violenza e riconoscere lo stato di Palestina. Sosteniamo la lotta nonviolenta della società civile palestinese e internazionale. Sosteniamo le campagne BDS di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni nei confronti di Israele come ci chiede la società civile palestinese”.