Quantcast

Faenza. Lavoro e discriminazione: “Mamme fuori mercato” della regista Gambioli presentato da SOS donna

Nel nostro Paese le donne subiscono discriminazione se intendono progettare una gravidanza, subiscono la riduzione del salario percependo fino al 25% in meno rispetto ad un lavoratore di sesso maschile (impegnato a pari titolo) ed automaticamente sono fuori mercato se hanno figli minori, specie se a proprio carico. Sono questi i temi su cui rifletteremo successivamente alla proiezione del cortometraggio “Mamme fuori mercato”, scritto e diretto dalla regista Pj Gambioli, che verrà presentato da SOS Donna giovedì 24 giugno alle ore 21.30 in Piazza Nenni (ingresso dal voltone della Molinella) a Faenza.

“Mamme Fuori Mercato” sviluppa il tema del lavoro e della discriminazione che le madri del ventesimo secolo subiscono ed affrontano ogni giorno. Un tema di assoluta attualità che risponde innanzitutto alla necessaria riflessione sull’argomento. La proiezione sarà seguita da un dibattito durante il quale interverranno diverse relatrici tra cui: Raffaella Meregalli, operatrice del centro antiviolenza SOS Donna di Faenza: Sonia Alvisi, Consigliera di parità effettiva della Regione Emilia-Romagna e consulente del lavoro; Nicoletta Cirelli, presidente di CNA Impresa Donna di Ravenna; Livia Bertocchi, welfare community manager de La BCC Ravennate, forlivese e imolese; Paola Tampieri – responsabile qualità e ambiente – e Vittoria Graziani – responsabile comunicazione – di Tampieri Financial Group S.p.a.; Mirella Paglierani, presidente di Gemos Coop. Sociale.

L’Associazione Culturale Janas da 17 anni propone lo sviluppo della cultura cinematografica attraverso attività di produzione, organizzazione, formazione e ricerca di progetti con finalità sociali, etnografiche ed antropologiche. Nel 2018 ha prodotto il cortometraggio “Mamme fuori mercato”, scritto e diretto dalla regista Pj Gambioli. Per la particolarità del tema trattato è stata coinvolta, fin dalla fase progettuale, un’equipe di oltre venti professioniste donne (alcune fieramente mamme) tutte giovani lavoratrici del mondo del cinema.

L’evento, organizzato in collaborazione con Associazione Janas e Cineclub “Il raggio verde”, è a ingresso gratuito senza obbligo di prenotazione. Per informazioni è possibile contattare l’Associazione SOS Donna tramite e-mail (info@sosdonna.com) o telefonicamente allo 0546/22060.

L’iniziativa è patrocinata dall’Unione della Romagna Faentina ed è inserita all’interno della rassegna cinematografica “Arena Borghesi Cinema 2021 in piazza Nenni”. Sos Donna, associazione nata a Faenza l’8 marzo 1994, è un centro antiviolenza e si occupa di fornire un servizio di prima accoglienza a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza, gestendo dal 2000 anche il servizio comunale Fe.n.ice, centro di ascolto e prima accoglienza per le donne in stato di disagio e maltrattate. L’attività di assistenza e ascolto si coniuga a quella di sensibilizzazione e prevenzione tramite eventi, pubblicazioni e corsi di formazione.