Quantcast

A Cervia hanno volato gli “zAquiloni” di Gianluca Costantini in solidarietà a Patrick Zaki

Più informazioni su

Oggi pomeriggio, nella spiaggia di Tagliata di Cervia, tanti nasi all’insù per condividere la propria solidarietà a Patrick Zaki, il giovane studente dell’Università di Bologna, incarcerato in Egitto. Grazie all’iniziativa di Amnesty International – Italia, Festival dei Diritti Umani e Articolo 21, nell’ambito di Sprint Kite, ritrovo internazionale di aquilonisti organizzato da Cervia Volante, hanno volato gli “zaquiloni” disegnati da Gianluca Costantini. Per dimostrare la vicinanza a chi coraggiosamente sta affrontando la barbarie talebana ha volato anche una grande bandiera afgana cucita dalle sarte della Cooperativa Alice di Milano.

Sul bagnasciuga, oltre alle famiglie e turisti, anche una rappresentanza di sindaci dei Comuni che hanno dato la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki. Tutti uniti a questa collaborazione della società civile per portare un messaggio di vicinanza a chi sta subendo delle violazioni dei diritti umani. Come lo studente egiziano in detenzione preventiva dal 7 febbraio 2020, e come il popolo afgano a partire dalle sue donne e dai suoi bambini. Insieme allo “zaquilone” inaugurato lo scorso anno e a quelli realizzati dai partecipanti al laboratorio della sezione forlivese di Amnesty, si è infatti alzata in volo oggi anche una grande bandiera dell’Afghanistan, paese degli aquiloni vietati, dove diritti e libertà fondamentali sono di nuovo a rischio, dopo il ritorno dei talebani. Sono stati soprattutto i bambini a costruire e far volare questi piccoli aquiloni solidali.

Prima del volo, al Residence Il Quadrifoglio di Tagliata di Cervia, si è svolta una conferenza con Riccardo Noury (Amnesty International – Italia), Danilo De Biasio (Festival dei Diritti Umani), Beppe Giulietti, (fondatore di Articolo 21 e presidente della FNSI), l’artista Gianluca Costantini, Roberto Guidori (Cervia Volante) e i sindaci Matteo Ricci (Pesaro) e Alice Parma (Santarcangelo) in rappresentanza dei Comuni che hanno concesso la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki. È proprio Matteo Ricci, a nome degli altri Comuni italiani, a spiegare che alla prossima assemblea della Lega delle Autonomie Locali chiederà “alla Ministra dell’Interno Lamorgese di agire per dare la cittadinanza a Patrick Zaki, come chiesto anche dal Parlamento”.

“Dal regime egiziano non possiamo aspettarci nulla” – ha rincarato il portavoce di Amnesty International – Italia, Riccardo Noury. “È il governo italiano che ci deve dire cosa intende fare per ottenere la liberazione di Patrick Zaki”.

 

 

Più informazioni su