Quantcast

A Cervia attesi i finalisti del gioco-concorso Kangourou della Matematica

Più informazioni su

A Cervia sono attesi i ragazzi e le ragazze finalisti del gioco concorso Kangourou della Matematica. In 1000 scuole nel marzo scorso oltre 80.000 giovani dai 7 ai 18 anni avevano affrontato i quesiti nella prima fase.
I migliori 5.000 sono stati invitati alla semifinale nel mese di maggio. I migliori 160 fra questi sono ora a Cervia per la prova finale. Essi sono accompagnati dai loro genitori, di fratelli e alcuni dai nonni. In totale oltre 450 persone approfitteranno delle belle giornate da venerdì a domenica sul litorale cerviese.

La cerimonia di premiazione avverrà domenica al Teatro di Mirabilandia. Per molti era la prima volta che affrontavano le prove della finale dove non solo dovevano risolvere quesiti ma anche giustificare le risposte e fornire una traccia del procedimento seguito.
Per tutti coloro che volessero provare a risolvere i quesiti, magari partendo da quelli della prima fase, per scoprire “il matematico che è in noi”, essi possono trovare i quesiti proposti nelle ultime 20 stagioni sul sito ufficiale della manifestazione https://www.kangourou.it .

Sul sito potete scoprire come il gioco concorso sia diffuso in oltre 90 paesi dei 5 continenti. Lo stesso giorno, il terzo giovedì di marzo, oltre 6.000.000 di giovani provano a risolvere i quesiti selezionati da una commissione internazionale.
Nel mese di ottobre 2022 la scelta dei quesiti per l’anno 2023 sarà fatta proprio a Cervia dove arriveranno circa 400 professori delle più importanti università del mondo.
Il Comune, la Provincia e la Regione sono già “sul pezzo” e collaborano attivamente con il Comitato organizzatore italiano.

Kangourou della Matematica: all’inizio degli anni ’80 Peter O’Halloran, che sarebbe diventato presidente della World Federation of National Mathematics Competitions, propone in Australia un’iniziativa legata alla matematica: un questionario con risposte a scelta multipla chiusa a centinaia di studenti. I due matematici francesi, André Deledicq e Jean Pierre Boudine, all’inizio degli anni ’90, importano l’iniziativa in Europa. Nel giugno 1994, nove nazioni, Francia, Bielorussia, Ungheria, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Italia (con la Scuola Normale Superiore di Pisa che già si occupava dell’organizzazione delle Olimpiadi di Matematica) e Spagna fondano a Strasburgo l’Associazione senza scopo di lucro “Kangourou senza Frontiere”.

L’Associazione Culturale Kangourou Italia nasce, invece, nel 1999 grazie ad Angelo Lissoni, già cofondatore e corresponsabile del Campionato internazionale di giochi matematici organizzato dall’Università Bocconi di Milano, che dopo essere stato coinvolto da André Deledicq nella diffusione della gara a livello italiano, inizia a lavorare allo sviluppo del progetto Kangourou in Italia in convenzione con il Dipartimento di Matematica dell’Università Statale di Milano. Attualmente l’Associazione Culturale Kangourou Italia è sostenuta, nella sua operatività scientifica, da un Comitato Scientifico, composto da docenti universitari e da docenti delle scuole superiori. Il Sindaco o un suo rappresentante sarà presente la sera di venerdì 24 settembre per salutare i concorrenti e i loro accompagnatori.

Più informazioni su