Quantcast

Massa Lombarda. “A tutto gusto”, l’evoluzione della ristorazione Take Away

Il futuro della ristorazione nel post Covid ha una parola preponderante: il take away. Ridotti i numeri di tavoli e sedie per favorire il distanziamento e la continuità dell’attività commerciale in sicurezza, il take away si è rivelato un ottimo escamotage per mantenere il contatto con i clienti, e questo la rosticceria “A tutto gusto” lo sa bene.

“A tutto gusto” è la rosticceria che si affaccia su piazza Mazzini, in centro storico a Massa Lombarda. È l’impresa visitata dal sindaco Daniele Bassi nell’ambito di “Il sindaco in azienda…”. Le titolari, Rossella Mascia e Valentina Potito, hanno rilevato l’attività 10 anni fa. L’offerta dei prodotti di gastronomia è particolarmente articolata e completa, a partire dalla specialità che caratterizza l’attività, la pasta fresca. Infatti, le titolari riescono a soddisfare le esigenze legate a chi utilizza cibi vegani e gluten free, come chi predilige tortellini, lasagne, cotolette, ecc.

Il servizio è particolarmente apprezzato anche perché oltre all’asporto è possibile consumare i pasti anche al tavolo. “Il Covid ha imposto una riorganizzazione degli spazi – ricordano Rossella e Valentina – riducendo il numero dei tavoli e delle sedute per favorire il distanziamento in modo da poter continuare ad esercitare l’attività in sicurezza. Inoltre, si è affievolito il contatto umano, vista la necessità di indossare la mascherina, oltre ai tempi per socializzare che si sono ridotti”.

La clientela è ovviamente locale, oltre ad un discreto numero di presenze provenienti dai territori limitrofi, fino a Bologna, grazie in particolare al passa parola prodotto dai clienti più affezionati. “Mi fa piacere che, pur tra le difficoltà di questa lunga e faticosa fase – dichiara il sindaco Bassi -quest’impresa al femminile si sia consolidata nel corso degli anni. È importante, come fanno Rossella e Valentina, coltivare con attenzione anche i rapporti con e tra le persone, per ricostruire una socialità che passa anche attraverso le attività di vicinato”.