Quantcast

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le iniziative in Bassa Romagna organizzate dall’Unione

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Ogni anno i Comuni della Bassa Romagna organizzano numerosi appuntamenti per sensibilizzare la cittadinanza rispetto al tema delle pari opportunità.

L’Unione e i Comuni della Bassa Romagna, attraverso il coordinamento degli assessori alle Pari opportunità, le associazioni del territorio che tutelano i diritti delle donne e i sindacati, hanno organizzato una serie di iniziative per celebrarne il significato e sensibilizzare l’opinione pubblica contro un problema ancora radicato nella società moderna, ricordando altresì tutte le donne vittime di violenza o femminicidio.

“Dopo un anno di pausa forzata, siamo davvero felici di tornare a presentare un calendario fatto di appuntamenti quasi esclusivamente in presenza, su tutti la camminata in rosso simultanea nei nove Comuni del territorio. – ha dichiarato Luca Piovaccari, sindaco referente per le Pari opportunità dell’Unione -. Quello che presentiamo è un progetto di comunità, ed è anche frutto di un lavoro educante che viene portato avanti per tutto l’arco dell’anno. Per una diffusione capillare di una nuova cultura capace di estirpare i retaggi negativi che ereditiamo dal passato della nostra società, è necessario infatti agire nel quotidiano e in maniera interconnessa tra diversi ambiti (sociale, economico, educativo, eccetera). Solo così i problemi possono essere affrontati concretamente”.

Per quanto concerne le iniziative collegiali, giovedì 25 novembre alle 16 ci sarà la deposizione di un mazzo di fiori in ricordo delle vittime del femminicidio presso il monumento contro i femminicidi collocato al Parco del loto di Lugo; a seguire, il contributo della giornalista scrittrice Carla Baroncelli.

La sera, alle 20 ci sarà la camminata in rosso simultanea in tutti i Comuni della Bassa Romagna: una marcia per dire no alla violenza di genere e ricordare le vittime del femminicidio. Ai partecipanti è richiesto simbolicamente un indumento o accessorio rosso. I gruppi di cammino partiranno in tutti i Comuni e alcune frazioni: ad Alfonsine in piazza Monti, a Bagnacavallo in piazza della Libertà, a Bagnara di Romagna in piazza Marconi, a Conselice: piazzetta Guareschi, a Cotignola presso la biblioteca Luigi Varoli, a Barbiano in piazza Alberico, a Fusignano al parco Piancastelli, a Lugo presso il monumento di Baracca, a Massa Lombarda presso il centro culturale Carlo Venturini, a Sant’Agata sul Santerno in piazza Garibaldi.

In tutti i Comuni della Bassa Romagna prosegue inoltre l’installazione di panchine artistiche per sensibilizzare le comunità contro la violenza di genere. Sono sette le nuove panchine rosse che verranno inaugurate quest’anno: ad Alfonsine in via Mameli 24 (giovedì 25 novembre alle 20), a Barbiano nella piazzetta dell’ex acquedotto (giovedì 25 novembre alle 20), a Conselice in piazzetta Guareschi (domenica 21 novembre alle 14.30), nella casa residenza per anziani “Sassoli” di Lugo (venerdì 26 novembre alle 10), a Massa Lombarda presso il centro “Carlo Venturini” (giovedì 25 novembre alle 20), a San Bernardino al parco Savorini (giovedì 25 novembre alle 10.30), a San Lorenzo in piazza 8 marzo (domenica 28 novembre alle 11.30).

In tutto, diventano trentadue le panchine installate nei nove Comuni del territorio.