Quantcast

A Bagnacavallo il secondo incontro del progetto “Tessere Legami” rivolto alle donne straniere

Tessere Legami è un progetto incentrato sullo sviluppo della partecipazione attiva delle donne straniere nel tessuto sociale della Bassa Romagna, per promuovere la loro integrazione e inclusione nei contesti sociali. Promosso dall’Unione dei Comuni, il progetto si propone di definire e realizzare percorsi di integrazione, orientamento e formazione rivolti a donne immigrate e di potenziare l’integrazione socio-culturale della popolazione femminile straniera presente nel territorio. A Bagnacavallo Tessere Legami si sviluppa attraverso tre incontri presso la Biblioteca comunale Taroni, il primo dei quali, dedicato al corpo, si è svolto mercoledì 17 novembre.

La vicesindaca e assessora alle Politiche sociali Ada Sangiorgi ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale. «Abbiamo imparato tante cose: come avere equilibrio, come respirare correttamente – osserva la coordinatrice Ilaria Santandrea, della cooperativa Librazione che gestisce il progetto – abbiamo imparato a conoscerci e ad ascoltare il nostro corpo. Grazie alle signore del Cif di Bagnacavallo per il supporto che ci forniscono costantemente, grazie alla nostra insegnante di yoga Carolina Godoy e grazie alla biblioteca che ci ospita.»

Il prossimo incontro, in programma mercoledì 24 dalle 14.30 alle 16.30, ha per tema “la mente” e vuole promuovere una riflessione sui bisogni che le donne condividono, rafforzare il senso di gruppo, e introdurre delle pratiche semplici per affrontare momenti di difficoltà. Si introduce una riflessione sulle problematiche e i bisogni che condividono le donne: il tempo del Covid ha creato una sorta di isolamento, le donne si sono ritrovate ad affrontare tantissimi nuovi ruoli e nuove sfide. La condivisione in piccoli gruppi può facilitare il riconoscimento dei propri bisogni e lo sviluppo di un senso di solidarietà tra le partecipanti. L’incontro si chiude con una pausa consapevole basata sulla mindfulness e una riflessione sulle risorse che hanno permesso alle donne di fare fronte alle difficoltà.

Il terzo e ultimo incontro, mercoledì 1° dicembre sempre dalle 14.30 alle 16.30, con tema Il cuore, ha l’obiettivo di facilitare il riconoscimento e la condivisione delle proprie risorse personali, promuovere un senso di solidarietà fra le donne e di interconnessione, e dare chiusura al percorso realizzato. Si introduce la pratica della gentilezza verso gli altri e verso se stesse lavorando in gruppo e si invitano le donne a presentare una loro risorsa e/o competenza attraverso un oggetto selezionato. La presa di coscienza della propria risorsa può essere facilitata anche dallo scambio con le altre donne: ogni risorsa arricchisce il gruppo ed è parte della trama che è stata creata attraverso gli incontri. Per chiudere il laboratorio si finisce con una condivisione di gruppo.

Le interessate possono iscriversi agli incontri inviando un whatsapp al 389 1710729 (Ilaria).