Quantcast

Alla Sala Ragazzini di Ravenna incontro con la suora domenicana Antonietta Potente

Ge.Ne.Ra in collaborazione con l’Ordine Francescano Secolare e l’associazione “Cittadino Attivo” di Bagnacavallo organizza un incontro con Antonietta Potente il 26 novembre alle ore 20.45 presso Sala Ragazzini (ingresso in Largo Firenze dietro Basilica di San Francesco). Un dialogo per affrontare il tema delle responsabilità, con una suora domenicana poiché la sua riflessione teologica la pone tra le teologhe più fertili e creative all’interno del panorama italiano e sudamericano. La sua opera si sviluppa a partire da un ripensamento della vita religiosa alle luce di una spiritualità ancorata al presente che unisce mistica e politica. Il suo pensiero, inoltre, si sviluppa verso un ripensamento del fare teologia a partire dalla riflessione ecologica e di genere.

Antonietta Potente ha vissuto 20 in Bolivia condividendo con i boliviani  la “guerra dell’ acqua” e accompagnato il sogno politico per un processo di cambiamento, sfociato in seguito, nel governo indigeno del Presidente Evo Morales. Quei luoghi sono diventati per lei un’intensa ispirazione. Passata da una periferia del tropico a una valle altiplanica, per vivere ha continuato a insegnare in differenti università e centri di studio di teologia e di filosofia. “Quella terra” -dice -mi ha insegnato molte cose”.  Oggi vive a Torino con altre compagne di cammino.

Vivendo la quotidianità più assoluta, pensa e scrive. Le fonti principali del suo pensiero sono le Scritture ebraico-cristiane; il pensiero filosofico e teologico sapienziale -soprattutto quello delle donne-, le culture ancestrali, la vita di donne meno note e la realtà più semplice e quotidiana di ogni essere umano e di ogni essere vivente, anche il più piccolo.