Quantcast

Ge.ne.Ra. e l’APS “Cittadino Attivo” dicono basta alla strage delle donne e spesso anche dei loro figli

Più informazioni su

Cittadine e cittadini attivi di Ravenna e Bagnacavallo hanno elaborato un progetto permanente – MAI+! – Progetto non stop contro la violenza sulle donne – per sensibilizzare e coinvolgere sempre più uomini e donne su questo tema, che sembra non avere fine e dilaga in maniera esponenziale, dal 1°gennaio ad oggi le donne assassinate sono 105.

L’iniziativa è stata riconosciuta dal Comune di Ravenna e Bagnacavallo che hanno concesso il patrocinio, Linea Rosa per Ravenna e Demetra per i Comuni della Bassa Romagna hanno caldamente appoggiato l’iniziativa.

Sono stati predisposti dei Pannelli (roll-up 1,80×90) graficamente rappresentati da volti di donne. I roll-up saranno presenti presso il mercato cittadino un sabato al mese per 1 anno con volontari che distribuiranno un volantino tradotto in moltissime lingue con la frase inviata da Linea Rosa: “La violenza che subisci non è il tuo destino – si può uscire dalla violenza – chiamaci – Moralmente siamo tutti responsabili”. Per il momento saremo presenti ai mercati di Ravenna e a Bagnacavallo ma lavoreremo per far si che questo progetto sia attivo in tutti i mercati dei comuni di Ravenna e Bassa Romagna. Riteniamo che sia importante una presenza fissa che ricordi a tutti e sempre MAI+ PIU’! Una rete che deve estendersi il più possibile.

I pannelli sono stati realizzati grazie a due artisti ravennati che hanno donato i loro lavori: Davide Reviati “volti di donne” e Mariella De Logu “La Rondine Ferita” , le tavole sono state sapientemente lavorate graficamente da Riccardo Galeati (Riga&Sara). In realtà i pannelli sono due uno con l’immagine l’altro bianco, dove i passanti potranno scrivere i nomi delle donne uccise.

La prima uscita sarà in Piazza del Popolo il 27 novembre alle ore 11 durante il flash-mob organizzato dall’Associazione Femminile Maschile Plurale APS.

Il progetto serve a richiamare l’attenzione di tutti su questo mortale fenomeno, anche per dare indicazioni alle donne che si trovano in situazioni pericolose a rivolgersi ad associazioni specializzate come Linea Rosa Ravenna e Demetra ( Comuni della Bassa Romagna), che svolgono prima un’azione di ascolto e poi di aiuto. La lotta contro i femminicidi non deve essere ricordata solo il 25 novembre ( giornata internazionale contro la violenza alle donne), ma ogni giorno possibile va ricordato questo fenomeno che affligge le donne perché siamo tutti coinvolti.

Pannello

 

Più informazioni su