La Bassa Romagna celebra le donne, iniziative in tutti i Comuni in vista dell’8 marzo

Patrocinata la pubblicazione di un libro sulla toponomastica al femminile

Più informazioni su

Dopo due anni di sosta forzata, tutti i Comuni della Bassa Romagna tornano a costruire come da tradizione un ampio calendario di appuntamenti al femminile in vista dell’8 marzo, festa nonché giornata internazionale della donna. “Ripartiamo sui territori, per parlare di diritti e di pari opportunità – ha dichiarato il sindaco Luca Piovaccari, referente per le Pari opportunità dell’Unione della Bassa Romagna -. Sappiamo che la pandemia ha gravato molto sulle donne, sia a livello lavorativo, sia nei casi di contesti famigliari più delicati. Quest’anno finalmente torniamo a organizzare iniziative pubbliche e di ampio respiro, perché sappiamo bene che per cambiare la cultura di una comunità servono tempo e costanza. L’8 marzo, così come il 25 novembre, è un’occasione per mettere in risalto un lavoro che in realtà affrontiamo tutto l’anno nei diversi contesti sociale, educativo e lavorativo”.

Quest’anno l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha patrocinato la pubblicazione del libro Strade al femminile. Le donne nella toponomastica dei Comuni della Bassa Romagna, realizzato da Bruna Bertini con il supporto dell’associazione “Storia e memoria della Bassa Romagna”; il volume sarà presentato in diverse occasioni su tutto il territorio nel corso delle celebrazioni legate all’8 marzo. Sfogliando il volume si scoprono le storie di donne alle quali le Amministrazioni della Bassa Romagna hanno scelto di intitolare vie, piazze e rotonde. A volte legate a vicende locali, spesso a contesti nazionali o internazionali. Piccole e grandi storie dietro alle quali si nasconde sempre uno spaccato dei tempi in cui queste donne sono vissute.

Il libro è consultabile anche online attraverso il sito dell’Unione, www.labassaromagna.it nella sezione Politiche di genere. “Questo lavoro rappresenta un’utile documentazione a beneficio delle nostre comunità, per sviluppare ulteriori approfondimenti e ricerche – hanno rimarcato la presidente dell’Unione, Eleonora Proni, e il sindaco referente Luca Piovaccari -. I nove Comuni dell’Unione spesso hanno recuperato la memoria di queste storie femminili, mettendole al centro delle iniziative sviluppate per l’8 marzo o il 25 novembre”.

Oltre al libro, tornano numerosi eventi in presenza in tutti i Comuni: distribuzione di mimose, spettacoli, concerti, iniziative per bambini e tanto altro. Ogni Comune ha predisposto un calendario di appuntamenti, disponibile sul sito istituzionale e sulle pagine Facebook di riferimento.

IL CALENDARIO COMUNE PER COMUNE

Ad Alfonsine fino al 15 marzo in centro saranno allestite vetrine a tema, a cura di Cif Alfonsine in collaborazione con alcuni alunni della scuola media.

Martedì 8 marzo dalle 8 alle 13 distribuzione della mimosa in piazza Gramsci e piazza Monti a cura di INconTRAdonne. Sulle pagine Facebook del Comune di Alfonsine e di Cif Alfonsine durante la giornata saranno pubblicate video-interviste a tema con interventi della scrittrice Sara Proni e della poetessa Valeria Rossi, nonché il video «Le donne non possono più aspettare», realizzato da alcuni alunni dell’istituto comprensivo «Giacomo Matteotti». A palazzi Marini, in via di Roma 10, alle 18 inaugura la mostra Narcise di Lucia Gregori, che sarà visitabile fino al 3 aprile. Anche la biblioteca «Pino Orioli» partecipa alla giornata, proponendo una vetrina di letture al femminile, contitoli dedicati alla donna. Infine alle 21 al cinema Gulliver sarà proiettato il film La candidata ideale di Haifaa Al Mansour. Sempre al Gulliver, mercoledì 9 marzo alle 20.30 ci sarà un concerto del Parma Brass dal titolo Woman in love.

Gli appuntamenti proseguono venerdì 18 marzo alle 20.30 a palazzo Marini con un incontro dedicato alla situazione femminile in Afghanistan a cura di INconTRAdonne, Pangea onlus e Arci Ravenna.

A Bagnacavallo è stato costruito un ricco calendario di iniziative dal titolo «Il marzo delle donne». Gli appuntamenti prenderanno il via martedì 1 marzo e si protrarranno per tutto il mese. Nella sala di Palazzo Vecchio fino all’8 marzo rimarrà allestita la mostra fotografica di Stefania Prandi «Le conseguenze – I femminicidi e lo sguardo di chi resta», in collaborazione con Demetra – Donne in aiuto e l’associazione Dalla parte dei minori (visitabile dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18). Nell’ambito della mostra, sabato 5 marzo alle 17 si terrà «Dare voce a chi resta», incontro con la direttrice della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime reati Elena Zaccherini e Manuela Liverani, vicepresidente di Demetra-Donne in aiuto. Martedì 8 marzo alle 17.30 ci si sposterà al centro culturale Le Cappuccine per «Facciamoci caso!», incontro sugli stereotipi di genere negli albi illustrati per l’infanzia e sull’importanza di educare alla parità anche attraverso le figure. L’incontro condotto da Francesca Ferruzzi è dedicato a mamme, papà e insegnanti di tutti i generi, a cura della biblioteca Taroni.

Venerdì 11 marzo alle 20 sarà poi in programma una serata dedicata alle donne presso il circolo Arci Casablanca di Villanova.

Due sono gli appuntamenti previsti per sabato 12 marzo. Alle 15 a Palazzo Vecchio si parlerà dell’Afghanistan, evento dedicato alle donne afghane, mentre alle 18.30 ci si sposterà al palazzetto dello sport per la partita di pallavolo che vedrà fronteggiarsi Fulgur Bagnacavallo e Volley Ostellato per il campionato di serie D femminile.

Domenica 13 marzo alle 10 fra Mezzano e Glorie si terrà «Impronte di donna», camminata per ricordare insieme Elisa Bravi e sensibilizzare contro il femminicidio a cura del gruppo “Una panchina per Elisa”. La partenza sarà da piazza della Cooperazione a Mezzano.

Ci sarà poi spazio per musica e parole nell’evento promosso sabato 19 marzo alle 21 al teatro Goldoni, con testimonianze legate al lavoro e alla violenza di genere e a seguire Roberta Montanari in concerto. L’iniziativa è a cura di Anpi Bagnacavallo in collaborazione con Arci, Auser, Spi-Cgil, Aido e Avis. Ingresso a offerta libera, il ricavato sarà devoluto a Demetra. Prenotazioni su Eventbrite. Sotto al portico del teatro sarà allestita la mostra fotografica «Donne e Lavoro» a cura di Spi-Cgil.

La toponomastica sarà protagonista, infine, mercoledì 23 marzo alle 20.30 nella saletta didattica delle Cappuccine per Strade al femminile, presentazione del libro di Bruna Bertini.

A Bagnara di Romagna è stato lanciato il concorso fotografico “Il mio 8 marzo: la figura femminile attraverso uno scatto» fino al 4 marzo è possibile inviare una foto con descrizione alla mail prolocobagnaradiromagna@gmail.com; la foto vincitrice sarà premiata l’8 marzo.

Sabato 26 marzo dalle 14.30 alle 17 nella sala polivalente di largo della Libertà ci sarà una lezione teorica con un poliziotto in quiescenza sul tema della violenza femminile, seguita da una lezione pratica di autodifesa femminile che si terrà sabato 2 aprile, sempre dalle 14.30 alle 17.

Tre le iniziative in programma a Conselice: si comincia lunedì 7 marzo alle 20, nell’auditorium comunale di via Garibaldi 14, con la presentazione del libro Nessuna causa è persa (Mondadori, 2020) di e con Cathy La Torre, che dialogherà con Anna Scudellari; l’iniziativa è a cura del Caffè delle ragazze.

Martedì 8 marzo alle 15 al centro culturale Dart, presso Villa Verlicchi a Lavezzola, inaugura la mostra fotografica Frammenti di donna di Luigi Iorio. Seguiranno letture di profili e biografie di donne della Bassa Romagna, a cura di Marinza Zeccoli. Per l’occasione sarà possibile visitare le mostre personali di Mauro Malafronte e Federica Felloni, nonché l’esposizione dedicata ai «libri d’artiste» curata da Lamberto Caravita con materiali del museo del libro d’artista Caba (Conselice Art Book Archive).

Sempre l’8 marzo, alle 16 al centro sociale Maurelio Salami di Lavezzola, la sindaca Paola Pula presenta la carta europea per l’uguaglianza e la parità delle donne e degli uomini nella vita locale, elaborata e promossa dal Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, approvata anche dal Comune di Conselice; a seguire, brindisi e aperitivo offerto dal centro Salami.

A Cotignola martedì 8 marzo si parte con due laboratori: dalle 13.30 alle 15 la biblioteca “Luigi Varoli” di Cotignola, in collaborazione con l’istituto «Don Stefano Casadio», organizza all’interno di un percorso rivolto alle scuole medie un laboratorio dedicato all’autrice Grazia Nidasio, a cura di Vito Baroncini, fumettista e artista.

Piovaccari_Donna

Dalle 16 alle 18 l’associazione culturale Selvatica allestisce la scuola Arti e mestieri per dare vita a un laboratorio di creazione di perle e pendenti, per realizzare una grande collana collettiva chiamata “La collana del tempo”. Informazioni e prenotazioni a postaselvatica@gmail.com.

Alle 18.45 dal portico della biblioteca Varoli (corso Sforza 24), parte la consueta camminata per le donne organizzata dal Comune di Cotignola con la Collaborazione dei gruppi di cammino di Cotignola e Barbiano e Podisti Cotignola; all’arrivo a tutte le donne sarà offerto un omaggio floreale a cura della Floricoltura Gaudenzi di Cotignola.

La serata prosegue con la musica del Laura Lo Buono Trio, composto da Stefano Passaretti alla batteria, Luca Savorani alla chitarra e Laura Lo Buono al violino e voce, che accompagneranno l’aperitivo organizzato da Cotignola Invita con la collaborazione delle attività del territorio e dell’azienda cotignolese F.lli Vergnani.

Mercoledì 9 marzo alle 21 Maria Pia Timo torna al teatro Binario con Una donna di prim’ordine, organizzazione a cura dell’associazione Cambio Binario. Per informazioni e prenotazioni chiamare il 373 5324106.

Sabato 12 marzo alle 21 al teatro Binario ci sarà Arrivederci, uno spettacolo teatrale liberamente tratto da All’Ultimo Minuto, vita di una donna così di Rita Agnese. Prodotto dai fratelli Caggio, con Cecilia Vecchio, regia di Livia Castiglioni e Cecilia Vecchio. Una donna, Rita, conduce lo spettatore sullo sfondo dell’Italia del dopoguerra, dalla campagna romagnola alle grandi città, in un cammino dove afferma la propria personalità di donna anticonformista , fedele a sé stessa, ironica. Informazioni e prenotazioni allo 0545 908826, email eventi@comune.cotignola.ra.it.

A Fusignano il Comune in collaborazione con Crossroads organizza un concerto di Kinga Glyk, che si terrà all’auditorium «Arcangelo Corelli» venerdì 11 marzo alle 21. Funky, fusion e un tocco di ironico glamour anni Ottanta, quando il messaggio era «divertiamoci» e non «siamo pieni di problemi». La polacca Kinga Glyk, appena venticinquenne, ha pure trasformato il basso elettrico in uno strumento di rara flessibilità. Un paio di suoi video su YouTube valgono più di un’intera biografia (non per nulla hanno milioni di visualizzazioni). Dopo l’esordio all’età di 12 anni, nel 2015 pubblica il primo disco (Rejestracja), mentre con il terzo album (Dream, del 2017) approda alla distribuzione della Warner Music. In Feelings (2019), un potente groove va a braccetto con una rara capacità di trasmettere emozioni.

A Lugo la biblioteca «Fabrizio Trisi» propone due appuntamenti. Martedì 8 marzo alle 17 ci sarà «Danzare sul filo: strategie di equilibrio tra lavoro e vita privata», una riflessione a cura della psicologa Giovanna Cioccolanti sull’occupazione femminile, per capire quali siano attualmente gli ostacoli a una piena realizzazione professionale delle donne e quali strategie si possano mettere in campo per riuscire a migliorare la conciliazione casa-lavoro. Giovedì 31 marzo Presentazione del libro E’l modo ancor m’offende, di Maria dell’Anno (San Paolo, 2022): una raccolta di racconti dedicati a donne vittime di femminicidio, tra le quali la ravennate Francesca Da Polenta. L’autrice dialogherà con Nadia Somma dell’associazione Demetra – Donne in aiuto.

A Massa Lombarda sabato 5 marzo alle 11 al centro culturale «Carlo Venturini» inaugura la mostra d’arte contemporanea dell’artista Angela Zini Profumi di donne, che rimarrà allestita fino al 26 marzo.

Martedì 8 marzo in piazza Matteotti saranno vendute mimose, il cui ricavato sarà devoluto alla Ior. Alle 21 al Carmine concerto jazz in collaborazione con Crossroads, con Andrea Motis (tromba, voce), Josep Traver (chitarra) e Joan Chamorro (contrabbasso). Biglietteria serale dalle 19.30, informazioni e prenotazioni allo 0544 405666 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13). Sabato 12 marzo alle 10.30 al centro Venturini lettura a tema per bambini da 4 a 10 anni e il laboratorio Una mimosa per una donna speciale. Prenotazione consigliata allo 0545 985812, email biblioteca@comune.massalombarda.ra.it.

Giovedì 24 marzo alle 17, sempre al centro culturale Venturini, ci sarà la presentazione di Strade al femminile di Bruna Bertini. Prenotazione consigliata allo 0545 985812, email biblioteca@comune.massalombarda.ra.it.

Più informazioni su