Bagnacavallo. Aido Bassa Romagna, riprende l’attività sul campo

Il ritorno in presenza dell’attività assembleare ha permesso ad Aido Bassa Romagna di riabbracciare molti soci. Una trentina di loro hanno partecipato all’assemblea ordinaria intermedia tenutasi a Bagnacavallo, alla presenza di tre ex presidente sezionali: Antonio Bassi (Lugo), Sergio Benedetti (Bagnacavallo) ed Enrico Flisi (Bassa Romagna). Ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale di Bagnacavallo la vice sindaca, con delega all’associazionismo, Ada Sangiorgi, che ha sottolineato, ringraziandola, Aido per tutto il lavoro che porta avanti e per le proficue collaborazioni avviate con alcune associazioni del territorio.

Durante l’assemblea l’attuale presidente Claudia Montanari ha illustrato i dati di un bilancio che conferma una situazione economica del tutto sotto controllo nonostante gli ultimi due anni di emergenza sanitaria abbiano ridotto al minimo le iniziative. Ma l’assemblea è stata l’occasione anche per presentare l’ampio programma di eventi e attività che la sezione Aido Bassa Romagna vuole riproporre o a cui confida di partecipare, per poter rilanciare la campagna di sensibilizzazione del valore del dono.

C’è già la conferma per la festa dell’Anpi, in programma a Bagnacavallo il 25 aprile e c’è l’ok della giunta comunale di Lugo per la Festa della musica, in calendario il 26 giugno: 4 bande di varie località italiane sfileranno per il centro della città per incontrarsi sotto il monumento di Baracca dove svolgeranno un concerto finale condiviso.

L’Aido confida di essere presente in ogni comune della Bassa Romagna per la sua attività di sensibilizzazione: ad Alfonsine per la Sagra delle sfogline, a Bagnacavallo per la festa di San Michele, a Bagnara per la Festa dei popoli, a Conselice per la Sagra del ranocchio (e a Lavezzola per la festa della porchetta), a Cotignola per la festa della birra, a Fusignano per i mercatini estivi, a Lugo per Lugo sotto le stelle e a Massa Lombarda per la Motoaratura (festa del pargher) e per la 12 ore di calcio.

Altra iniziativa di grande rilievo è la riconferma del corso formazione abilitante sulle tecniche Blsd (di rianimazione cardiopolmonare con l’utilizzo del defibrillatore) offerto da Aido per tutti gli studenti maggiorenni delle scuole di Lugo. Nel 2021 sono stati 36 gli alunni formati all’utilizzo del defibrillatore.

“Ci possiamo considerare fortunati dato il momento di grande difficoltà – commenta la presidentessa Claudia Montanari – di questi due anni, in quanto siamo sempre rimasti in salute ed uniti, sempre in relazione tramite le piattaforme online. Ognuno di noi ha dato quanto poteva e soprattutto non è mancato nel momento del bisogno, continuando a garantire disponibilità, volontà ed entusiasmo, tenendo alte passione e motivazione. Il monte ore rivolto al volontariato della nostra associazione fa registrare nel 2021 un totale di 533 ore: un bel patrimonio messo a disposizione dell’associazione e della comunità. E per il 2022 abbiamo delineato nel bilancio preventivo investimenti per ventimila euro per alcune grandi iniziative che vogliamo realizzare per far arrivare sempre più chiaro il messaggio dell’importanza di donare organi, di dire sì al momento del rinnovo della carta d’identità, e del trapianto”.