Quantcast

Servizi del Welfare e reti di prossimità al centro della due giorni di Cervia a cui è intervenuto anche Stefano Bonaccini

Più informazioni su

“Animazione Sociale”, rivista nazionale riconosciuta nel contesto sociale come un soggetto altamente specializzato nella formazione e nel dibattito culturale, ha scelto Cervia quale sede del seminario “Servizi del Welfare Reti di prossimità”. Un appuntamento di due giorni il 26 e 27 maggio, che è stato un momento di riflessione e di dibattito, in cerca di un metodo di lavoro con le risorse comunitarie.

Anche prima della pandemia, ma durante il Covid la cosa è stata ancora più evidente, le risorse del territorio sono, oltre alla rete formale dei servizi (pubblici e del Terzo Settore) indispensabili nella tutela della fragilità. Cervia è stata individuata anche per aver avviato, ormai dieci anni fa, il progetto Welfare dell’Aggancio con una serie di sperimentazioni che hanno saputo da un lato valorizzare le risorse spontanee del territorio e dall’altro creare autorevolezza all’ente pubblico.

L’obbiettivo della due giorni di Cervia è stato quello di interrogarsi su un possibile metodo di lavoro con le risorse di comunità, sia ascoltando alcune esperienze, sia attraverso una serie di riflessioni di altissimo livello. Nella prima giornata l’Assessora Bianca Maria Manzi, nell’avviare i lavori, ha ripercorso la storia del progetto Welfare dell’Aggancio attualizzandone contenuti e domande; il direttore del Distretto sociosanitario Roberta Mazzoni ha illustrato gli ultimi documenti e le ultime strategie per un welfare comunicativo; Gino Mazzoli ha inserito la tematica del fare insieme ai diversi attori nel contesto più ampio delle politiche pubbliche.

Nella seconda parte Germana Corradini ha delineato con efficacia l’esperienza di Reggio Emilia; Patrizia Meringolo ha illustrato possibili analisi del contesto e delle modalità e Barbara di Tommaso ci invece fatto immaginare possibili elementi per città prossime. La plenaria si è conclusa con il saluto di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, e del Sindaco di Cervia Massimo Medri.

Nel pomeriggio i partecipanti si sono confrontati in 5 laboratori, che hanno permesso di conoscere anche 5 luoghi del Welfare di Comunità di Cervia: il Condominio Solidale, l’Emporio Solidale, Scambiamenti, la Biblioteca Comunale e la Casa della Salute “Isotta Gervasi”. Al termine del pomeriggio è avvenuta l’inaugurazione di Libridine, Piccola Farmacia Letteraria, a cura della Coop. San Vitale in Piazza Garibaldi, che rappresenta un punto di eccellenza della presenza dei servizi per la disabilità ed insieme un luogo impegnato nella cultura del riuso.

Welfare Cervia

Più informazioni su