Riolo Terme. Un’estate solidale per i giovani ucraini del Cas di Riolo Terme

Nella scorsa primavera il Comune, in collaborazione con il gruppo scout e altre associazioni di volontariato del territorio, aveva attivato una raccolta fondi per l’accoglienza agli ucraini in fuga dalla guerra. Oggi, sul territorio di Riolo, è presente un Cas (Centro di accoglienza per stranieri), dove sono oltre 70 gli Ucraini presenti, di cui circa una trentina minori.

L’amministrazione ha deciso di utilizzare questi fondi per permettere loro di trascorrere un’estate divertente ed inclusiva. Partiranno infatti molte attività a seconda delle età dei ragazzi.

I più grandi parteciperanno al Campeggio del Gemellaggio dell’URF dal 31 luglio al 7 agosto; i bambini dai 6 ai 14 anni, potranno partecipare alle attività di sport/gioco in palestra e nei nostri parchi le mattine. Infine, i più piccoli tra i 3 e i 6 potranno frequentare il CRE Comunale. Inoltre, a tutte le ragazze e i ragazzi saranno consegnati i biglietti per un ingresso in piscina.

Ultima di questa serie di iniziative, che confermano Riolo Terme una città accogliente e solidale, è il corso di italiano che i giovani ucraini potranno frequentare durante i mesi estivi. L’organizzazione di questo corso è stata possibile grazie al contributo dei fondi regionali raccolti durante la gara di solidarietà verso la popolazione ucraina allo scoppio della guerra.