Quantcast

Basket, Trofeo delle Regioni Kinder: sconfitta la rappresentativa femminile dell’Emilia Romagna

Più informazioni su

giovedì 4 gennaio 2007

Una nuova sconfitta (73-55 con la Campania che ha dominato il girone A) per la rappresentativa femminile dell’Emilia Romagna uscita perdente nell’ultimo turno del girone eliminatorio chiuso a zero punti. Domani, venerdì 5 gennaio, le ragazze allenate da Michela Margelli affronterano (nel tabellone che definisce le posizioni dal 9° al 16° posto) il Trentino Alto Adige al Palasport di Cesenatico (ore 19.00).
Il programma della manifestazione prevede, sempre per venerdì 5 gennaio al PalaCervia (ore 9.00), il “Clinic Nazionale Allenatori Pallacanestro” con la presenza di Stefano Pillastrini, Marco Rota e Gaetano Gebbia.

Di seguito: tutti i risultati della terza giornata del torneo femminile, la classifica finale dei gironi eliminatori, le partite di venerdì 5 gennaio, i commenti e i tabellini di tutte le partite del torneo femminile di oggi.

Giovedì 4 gennaio i risultati della terza giornata:
GIR. A CAMPANIA – EMILIA-ROMAGNA 73-55
GIR. A TOSCANA – FRIULI VENEZIA GIULIA 42-74
GIR. B LOMBARDIA – PIEMONTE 99-29
GIR. B LAZIO – VENETO 48-63
GIR. C PUGLIA – SARDEGNA 69-59
GIR. C MARCHE – ABRUZZO 70-48
GIR. D SICILIA – TRENTINO ALTO ADIGE 54-38
GIR. D CALABRIA – LIGURIA 49-53

La classifica finale dei gironi eliminatori
Girone A: Campania 6, Friuli Venezia Giulia 4, Toscana 2, Emilia Romagna 0
Girone B: Lombardia 6, Veneto 4, Lazio 2, Piemonte 0
Girone C: Puglia 6, Marche 4, Sardegna 2, Abruzzo 0
Girone D: Sicilia 6, Liguria 4, Calabria 2, Trentino Alto Adige 0


Le partite del torneo femminile di venerdì 5 gennaio

● Tabellone 1°-8° posto
Palasport Bellaria
Campania – Sicilia (ore 15.00)
Veneto – Toscana (ore 17.00)
Palasport Cesenatico
Friuli V. Giulia – Lazio (ore 15.00)
Lombardia – Puglia (ore 17.00)

● Tabellone 9°-16° posto
Palasport Cesenatico
E. Romagna – Trentino A. Adige (ore 19.00)
Palestra Liceo Cesenatico
Sardegna – Liguria (ore 15.00)
Marche – Calabria (ore 17.00)
Abruzzo – Piemonte (ore 19.00)

I commenti e i tabellini delle partite giovedì 4 gennaio:

La Lombardia vince a mani basse
Lombardia – Piemonte 99-29 (29-7, 58-13, 77-21)
Primo quarto e subito la Lombardia, trascinata da Mandelli (14 pti in 10′) aggredisce le avversarie e piazza il primo maxi-parziale +22 (29-7). Per come si è messo l’incontro la Lombardia da fondo alla propria panchina ma il risultato è il medesimo con il Piemonte che fatica a trovare la via del canestro e all’intervallo il tabellone dice +45 Lombardia. Secondo tempo che ricalca il primo con le lombarde che non calano mai l’intensità ed arrivano al massimo vantaggio nel finale. Ora le lombarde, serie candidate per la vittoria finale, incontreranno la prima classificata del girone C, anch’essa a punteggio pieno, la Puglia.
Lombardia: Casartelli 4, Colombo 2, Corbetta 6, De Cristofaro 3, Gargantini 6, Lodi 2, Mandelli 14, Melchiori 28, Meroni 5, Pasolini 8, Ravelli 16, Rizzi 5. All. Cantamesse.
Piemonte: Fontana 4, Lamparelli 3, Vallero 2, Marciano 2, Ferrittu 4, Giorsetti 4, Venneri 2, Patrignani 6, Borioli, Porceddu 2. All. Olivero.

La Sicilia a punteggio pieno
Sicilia-Trentino A Adige 54-38 (16-12, 37-21, 43-31)
La Sicilia vince il girone D e ora nei quarti affronterà la Campania. Avvio di partita con molti errori su ambo i fronti. La lunga della Sicilia Formica, che domina a rimbalzo e sotto canestro, ben coadiuvata da Milazzo, che detta i tempi dell’attacco siculo, consente il primo strappo sul 10-6 al 7′. Il Trentino resta in partita con Mancabelli e Zanolli dalla media distanza. Nel secondo quarto Formica sale in cattedra con La Manna piazzando un break di 12-0 che per la Sicilia vale il +16 al 20′. Alla ripresa del gioco il Trentino accorgia sul -12. L’ultimo quarto scorre in equilibrio fino all’ultimo minuto quando il Trentino perde banalmente alcuni palloni che ben sfruttati dalla Sicilia valgono il +16 finale.
Sicilia: Formica 12, Rappa 2, Raniolo 6, La Manna 8, Sisci, Bonnì 8, Di Chiara, Milazzo 13, Ciotta 2, Romeo 0, Spina 3, Rigatuso 0. All. Riva.
Trentino Alto Adige: Bonvecchio 0, Ascanio, Degasperi 4, Fadanelli 0, Hasa 9, Macioccu, Mancabelli 6, Massetti 2, Rossetto 2, Tovazzi 0, Valerio 6, Zanolli 9. All. Socin.

La Campania domina il girone A
Campania – Emilia Romagna 73-55 (21-12, 35-27, 49-37) Terza vittoria per la Campania e terza sconfitta per l’Emilia Romagna che, inserita in un girone di ferro, vende cara la pelle anche in questo incontro. Dopo un inizio letargico per le nostre, con le campane pronte ad approfittare di ogni distrazione e già a +10 dopo 5’, nel secondo quarto la partita è interessante, con Bocchetti e Merighi che trascinano le proprie squadre. All’inizio del terzo c’è ancora partita ma la Campania aumenta l’intensità difensiva con un pressing asfissiante e per le Emiliane trovare il canestro diventa quasi impossibile. Nel quarto periodo la musica non cambia e così la Campania accede al tabellone per il 1°-8° , dove incontrerà la Sicilia, imbattuta vincitrice del girone D, mentre l’Emilia nel tabellone 9°-16° troverà squadre alla sua portata.
Campania: Guastafierro 17, D’Avolio 12, Bocchetti 24, Orazzo 1, Cremato 3, Antonetti 2, De Luca 2, Di Donato 4, Gemini 4, Pastore 2. Allenatore Palombo.
Emilia Romagna: Merighi 17, Cortesi, Lambertini 2, Cataldo 2, Gelati 2, Savina, Generali 3, Nesca 10, Calabrese 14, Santarelli, Tassinari 5, Brevini. All. Margelli.

Alla Puglia il testa a testa con la Sardegna
Puglia – Sardegna 69-59 (25-19, 32-34, 42-49)
Avvio di marca pugliese (13-4 al 4′) e vantaggio che arriva a +13 dopo altri 2′, poi la sardegna accende i motori e rientra in partita fino al -6 di fine quarto. La partita ora si fa frizzante ed al 13′ la Sardegna pareggia, poi Vanacore segna il primo vantaggio isolano. La partita rimane in equilibrio e le due squadre si sopravanzano ripetutamente ma a fine 3° quarto è la Sardegna avanti di un’incollatura. L’ultimo periodo è ancora in equilibrio fino a quando Nali con una tripla sembra far prevalere la Sardegna, ma di lì in avanti sarà solo Puglia che con Masoni arriva al 37′ sul +6. Amministrando negli ultimi 3′ la Puglia si aggiudica partita e girone a pieni punti.
Puglia: Carlone 11, Caputo 14, De Florio, Giancane 14, Laurentaci, Martina, Miccoli 8, Masoni 16, Oliva 2, Petaro, Ricercato 2, Vergallo 2. All. Campanile.
Sardegna: Vanacore 19, Nali 9, Di Tucci 7, Santoru 8, Niola, Deschino, Cuccuru, Protani 6, Striano 2, Delogu 2, Floris 2, Concu 4. All. Bazzoni.

Il Veneto supera il Lazio nello scontro per il 2° posto
Lazio – Veneto 48-63 (14-16, 29-28, 38-49)
Primo quarto equilibrato nel punteggio ma segnato da molti falli da entrambe le parti, per il Veneto sono nuovamente le sorelle Dotto che tengono a galla la squadra. Anche il secondo quarto è all’insegna dell’equilibrio (22 pari al 6′), le squadre sono molto tese come risulta dai molti errori al tiro e dai tanti fischi arbitrali. Break del Veneto al 26′ che grazie alle Dotto si porta sul +10, vantaggio amministrato anche nell’ultimo quarto quando (i primi punti del Lazio arrivano dopo 5 minuti). A questo punto le laziali tentano una reazione d’orgoglio per risalire nel punteggio ma la maggior precisione al tiro consegna la vittoria alla compagine campione in carica.
Lazio: Caccamo 10, Corvaro 2, Hernandez 4, Iannucci 14, Loreti 14, Manzotti, Nanni, Palmiero, Panariti 2, Proietti Cosalvi, Soldati, Sulpizi 4. All. Diotallevi.
Veneto: Dotto F. 6, Dotto C 16, Seno, Foffano 6, Zanetti 6, Davis 5, Ruffo 4, Rocchi 12, Peron, Frigatti 1, Cason 1, Cecchinato 3. All. Marina Pirani

Una super Fragiacomo guida il Friuli al 2° posto nel girone
Toscana – Friuli Venezia Giulia 42-74 (9-20, 20-43, 30-58)
Netta vittoria del Friuli nella sfida che valeva il secondo posto nel girone A. La partita si decide già nei primi minuti, dove le ragazze toscane apparse affaticate resistono agli assalti delle friulane, ma nulla possono contro lo strapotere del trio di Muggia Fragiacomo, Barbone e Gombac (43 punti in 3). Ottimo l’apporto della panchina del Friuli, mentre per la Toscana da segnalare i 10 punti di Sorini. Entrambe le squadre accedono al tabellone per il 1°-8° posto; il Friuli incontrerà il Lazio, mentre la Toscana se la vedrà con le campionesse in carica del Veneto.
Toscana: Amato 9, Banducci 2, Braccini 2, Calì 2, Cencetti 4, Evangelista 6, Galli, Gelsomini 3, Palazzini, Paoli 2, Sorini 10, Stefani 2. All.Binella.
Friuli Venezia Giulia: Barbone 18, Callegaro 4, Kraus 2, Fragiacomo 11, Pozzecco 5, Rati 4, Baracchini 2, Gombac 14, Boslo 2, Furlan 2, Manin 5, Di Lenardo 4. Allenatore Jogan

La Liguria vince e accede come seconda alla fase successiva
Calabria – Liguria 49-53 (13-12, 23-28, 35-42)
Inizio equilibrato con la Calabria che prende il primo vantaggio grazie alle sue piccole Melissari e Guerrera (10-7 al 7′); grazie ad una difesa attenta però la Liguria riesce a sfruttare il contropiede ed impatta, ma Tallarico riporta davanti la Calabria assestando una tripla. Nel secondo quarto la Liguria parte forte con la difesa e piazza un parziale di 6-0 in 2′, le guardie calabresi non ci stanno e Melissari impatta nuovamente al 17′ a quota 22. Sarà ancora la difesa ligure a fare la differenza e Luciani riporta il divario tra le 2 squadre a +5 all’intervallo. Nel 3° quarto Piermattei e Luciani portano la Liguria a +13 con anticipi e contropiedi, ma Melissari si fa carico della squadra e con liberi e canestro allo scadere riporta la calabria a -7. Nonostante una tripla Ligure di Luciani, Melissari e Certomà riescono a far rientrare la Calabria a -3 (36′). Calabria che raggiunge il -2 a 1’26” dal termine, ma De Mattei allunga ancora in entrata (+4); una serie di tiri liberi da entrambe le parti non cambierà il risultato finale.
Calabria: Certomà 6, Guerrera 9, Melissari 18, Amodeo, Zoccali, Coluccio 3, Monaco 4, Cosentini, Chisari 3, Tallarico 3, Zaccuri 0, Onugha 3. All. Porchi.
Liguria: Giacchè 6, Piovano 2, Salamone, Rando 3, Piermattei 10, Pini 7, Ramò, Sturlese, Attanasio, Chiesa 6, Luciani 16, De Mattei 3. All. Assandri.

Le Marche vincono e si piazzano seconde nel girone
Marche – Abruzzo 70-48 (17-13, 37-24, 59-32)
Buona partenza per le Marche che conducono 11-6 al 5′, ma nei secondi 10′ l’abruzzo si rifà sotto e ristabilisce l’equilibrio con Bonasia e Marini. Nel secondo quarto le Marche tentano nuovamente l’allungo (29-18 al 17′) trascinate dai rimbalzi offensivi delle lunghe Terenzi e Dell’Olio. Al rientro dalla sosta lunga le marchigiane impongono tutta la loro fisicità concedendo nei primi 7′ un solo punto alle abruzzesi, portando a +27 il parziale del 30′. Nell’ultimo quarto il coach marchigiano da respiro alle sue torri Dell’Olio e Terenzi, a questo punto la partita non da spunti di rilievo eccezion fatta per l’abruzzese Bonasia che rimpingua il suo bottino personale sfiorando i 20 punti. La partita si trascinerà priva di sussulti fino al 70-48 finale. Le Marche 2° del girone troveranno nella seconda fase come avversaria la Calabria; L’Abruzzo 4° troverà sulla propria strada il Piemonte, 4° del girone B.
Marche: Mariotti 5, Belà, Zampacavallo 1, Reggiani 7, Grandoni, Piscini, Ricciotti 8, Serini 6, Gobbi 8, Dorotea, Dell’Olio 15, Terenzi 20. All. Montaccini.
Abruzzo: Artamonov, Esposito 8, Blasioli 2, La Valle, Marini 11, Micucci 1, Presutti 7, Bonasia 19, Petrillo, Picciani, Amatecchi 1, Papola. All. Lo Giudice

Il Trofeo delle Regioni 2007 è patrocinato da: Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, Provincia di Forlì-Cesena.

Più informazioni su