Quantcast

Pallanuoto / Serie B, Ravenna soffre ma la spunta contro Milano

Più informazioni su

Dopo la battaglia in trasferta contro Piacenza, i Nuotatori Ravennati si sono presentati alla sfida casalinga contro Milano in condizioni davvero critiche: coach Salomoni e Lorenzo Federici, portiere titolare, squalificati per una giornata, capitan Mazzotti squalificato per due giornate ed infine Vultaggio e Bustacchini infortunati.

I giallorossi, guidati per l’occasione da Cesare Bagnari, hanno quindi schierato una formazione giovanissima, con ben 4 giocatori classe 1998 ed uno classe 1999, oltre agli ormai consolidati Catalano (1996), Pozzi e Lorenzo Bagnari (entrambi 1997) e con Lorenzo Dradi a difendere la porta ravennate.

L’incontro parte su ritmi decisamente bassi ed errori da entrambe le parti. Unica fiammata il bel tiro dalla distanza di Cecconi che chiude il periodo sul punteggio di 1-0 in favore dei padroni di casa.

Fra il secondo e il terzo parziale i ravennati riescono a fare il break che sembra decisivo, portandosi sul 5-2 con il gol di Patti in contropiede e quindi Cecconi due volte e Pozzi, tutti in superiorità numerica.

Cesare Bagnari: “Sul 5-2 avevamo la partita in mano e abbiamo sbagliato un contropiede abbastanza netto che ci avrebbe portato sul 6-2. Poi invece, complice la stanchezza dovuta alla rotazione molto stretta, abbiamo perso un po’ di lucidità ed abbiamo subito il loro ritorno.”

Gli ospiti riescono infatti a mettere a segno un parziale di 3-0 con un gol in superiorità numerica e due rigori conquistati da Arena in contropiede.

Nell’ultimo periodo prima Petrelli poi Pozzi devono accomodarsi in panchina per raggiunto limite di falli ma la formazione ravennate, nonostante due ragazzi del 1998 in acqua, non si scompone e va a segno con Cecconi, che completa il suo poker di giornata, in superiorità numerica.

Gli ultimi minuti sono molto intensi ma gli ospiti sprecano l’ultima superiorità numerica con banale errore e l’incontro si chiude con Ravenna vittoriosa per 6-5.

Ancora Bagnari: “E’ stata una vittoria importante per quanto sofferta. Complimenti a tutti ragazzi. Ormai la squadra ha raggiunto una notevole consapevolezza della propria forza e oggi si è visto, soprattutto nel finale quando siamo riusciti a gestire l’incontro. Giornata molto positiva per Corrado Cecconi che, oltre alle 4 reti, ha saputo prendere per mano la squadra con gli altri “veterani”, ma complimenti anche ai ragazzi più giovani che hanno tenuto il campo in maniera egregia. Fa molto piacere vincere una partita in queste condizioni e ora, terzi a quota 23 punti, la nostra posizione è davvero superiore a tutte le migliori aspettative.”

Sabato 28 i giallorossi renderanno visita alla Mestrina Nuoto con Salomoni che tornerà a guidare la squadra e Federici a difenderne la porta. Saranno invece da valutare le condizioni di Bustacchini e di Vultaggio. Fischio di inizio alla piscina Plebiscito di Padova alle ore 18.00.

Vittoria anche per la formazione Under 15 di Fabrizio Pirazzini che ha avuto la meglio sui pari età della Reggiana per 8-7.

Nuotatori Ravennati – CUS GEAS Milano: 6 – 5 (1-0, 2-1, 2-3, 1-1)
Nuotatori Ravennati: Dradi, Ciccone, Giornelli, Patti (1 gol), Catalano, Bustacchini, Allegri, Bagnari, Petrelli, Pozzi (1), Miglio, Cecconi (4), Gentile. All. Bagnari.
CUS GEAS Milano: Partesana, Guerrini, Lizzari (2 gol), Crespi, Nisi, Morelli, Gorreri, Campagnoli (1), Guzzetti (1), Arena (1), Achilli, Anelli, Depippo. All. Catalano
Arbitro: Roberti

Più informazioni su