Baseball / Patto dell’Adriatico pareggia con la nuova Pianorese

Più informazioni su

La squadra del “Patto” Rimini-Ravenna vince in rimonta Gara 1 con la coppia Coveri – Norri a dominare il mound, ma cede ancora una volta alla distanza in gara 2. Si è giocata sul diamante di Ravenna la doppia sfida casalinga dei ragazzi di Rizzi con la Nuova Pianorese.

GARA 1 – il sodalizio romagnolo va in svantaggio già al primo inning e, senza Bannini e Rumenos nel line-up, al terzo attacco prima impatta con Mularoni poi sorpassa con Lorenzo Di Raffaele, per staccare Pianoro con un quinto inning da cinque punti, grazie anche alla eccellente prestazione della coppia di lanciatori Coveri (W) e Norri (S) in grado di contenere l’aggressività della mazze avversarie (10 K in totale con nessuna base ball concessa).

Formazione partente: 13 Federico Mularoni, 2b (2/2); 2 Lorenzo Di Raffaele, SS (0/3); 55 Mattia Pandolfi, 1b (2/3) –  Stefano Albini (0/1); 7 Amerigo Ricci Masotti, EC (1/3); 8 Giulio Cianci, 3b (0/5); 14 Stefano Galluzzi, ED (1/4); 34 Franklin Manzanillo, C (1/4); 70 Lorenzo Saccani, ES (1/4); 4 Anthony Falanga, DH (1/3).

 

GARA 2 –  Il manager Rizzi conferma Luca Di Raffaele sulla collinetta nella veste di partente che controlla le mazze pianoresi con efficacia per cinque inning, ma al sesto il Pianoro apre la partita con due singoli e un triplo in successione segnando due punti e costringe Rizzi a chiamare Di Giacomo dal bullpen riminese. Il giovane pitcher di Lanciano mette momentaneamente il freno alle mazze pianoresi, ma non può evitare il terzo punto prima di cedere definitivamente le armi al nono, quando il Pianoro mette al sicuro il risultato segnando altri tre punti.

In attacco, fuori anche Pandolfi per un risentimento muscolare, la squadra diretta da Rizzi e Tulli non riesce a segnare punti, con il Pianoro che si riscatta rompendo il perfetto equilibrio solo al sesto inning e replicando al nono per la shutout, con i romagnoli che si rendono pericolosi in almeno quattro occasioni ma non riescono mai a concretizzare. Al secondo inning la prima occasione per gli adriatici: apre Cianci con un gran doppio, ma la linea di Albini viene intercettata dal lanciatore del Pianoro. Al terzo ci riprova con un doppio Saccani, ma i compagni di squadra non lo seguono. Ancora un guizzo al quarto con il doppio di Albini che rimane isolato. Al quinto inning i riminesi riempiono le basi: con due out, Mularoni trova il singolo e Lorenzo Di Raffaele costringe la difesa all’errore in diamante, con Ricci Masotti che ottiene la base per ball, ma Cianci viene eliminato al volo.

 

 

Conclusioni

Per lo staff tecnico questo nuovo pareggio viene considerato in positivo, dato per certo il valore della squadra avversaria. Tuttavia, servirà lavorare per un salto di qualità nella concentrazione generale, soprattutto alla luce del calo complessivo della squadra che sta dimostrandosi una costante nella seconda partita. Il rientro di tutti gli infortunati, potrà dare un peso maggiore nel box e maggiore sicurezza complessiva al squadra.

 A livello organizzativo, l’esordio del Patto sul campo degli Alligatori di Ravenna si è dimostrato un successo, grazie soprattutto ai numerosi volontari ravennati che hanno garantito professionalità in ogni fase della giornata.

 

Classifica provvisioria del girone E

625 Fiorentina SSD, BCM Minerbio e Nuova Pianorese; 500 Livorno 1948 e Serfrigo PDA (con due partite da recuperare); 125 Riccione BSWH.

 

Prossimo incontro di calendario

Il Serfrigo PDA ospiterà il Riccione, nuovamente a Ravenna, domenica 10 maggio alle ore 10,30 e 15,30.

 Ingresso libero.

Più informazioni su