Volley / Cmc Romagna nella sfida contro Perugia conquista un solo set

Più informazioni su

Due ore di battaglia non sono state sufficienti per strappare a Perugia almeno una piccola parte della posta in palio: la CMC è stata autrice di una prestazione altalenante e non ha saputo approfittare della serata no dell’avversario più atteso e temuto, il serbo Atanasijevic.

Buone le performance dei due centrali di casa, Torres bene a tratti, così come i due schiacciatori apparsi meno brillanti rispetto alla gara di domenica. Anche la regia è apparsa meno lucida, merito anche dell’avversario di assoluto spessore che è cresciuto durante il match, trascinati dai due schiacciatori.

1° set. La Sir parte con il sestetto che ha battuto Trento pochi giorni fa: De Cecco e Atanasijevic sulla diagonale, Buti e Birarelli in centro, Fromm e Kaliberda a schiacciare in posto 4 con Giovi libero. I padroni di casa della CMC rispondono con Cavanna in regia e Torres opposto, Koumentakis e Van Garderen in banda, Polo e Mengozzi centrali con Goi e Bari a ricoprire il ruolo di libero. A partire fortissimo è la CMC che con un ottimo gioco corale passa in vantaggio 10-2, e Castellani decide di cambiare subito l’opposto inserendo Tzioumakas. La Sir inizia pian piano a macinare gioco e si riavvicina 13-11. I meccanismi in casa CMC si inceppano improvvisamente dopo un inizio esaltante, e l’attacco di casa, così come la ricezione perdono efficacia col passare dei punti, Kantor prova a invertire la rotta inserendo Della Lunga e Boswinekl per Koumentakis e Torres ma invano, Perugia sorpassa e chiude il set col punteggio di 20-25.

2° set. Si riparte con il sestetto di Perugia invariato, mentre tra le fila della CMC c’è Boswinkel al posto di Torres. L’equilibrio iniziale lo spezza Atanasijevic con due ace consecutivi che spingono Kantor a fermare subito il gioco sul 3-6, ma dopo il time out il serbo ne mette a segno un altro. Ai ragazzi di casa risulta particolarmente difficile far punto in attacco, la Sir è su tutti i palloni e contrattacca con efficacia. Al time out tecnico i padroni di casa sono sotto 6-12. Cavanna con un buon turno in battuta riavvicina i suoi, complici gli errori in attacco di Buti e Atanasijevic e coach Castellani ferma il gioco sul punteggio di 10-12. E’ ancora il campione serbo a premere sull’acceleratore con un altro devastante turno al servizio, la CMC però è viva e mantiene un solo break di svantaggio. Birarelli fa ace sugli ex compagni trentini Bari e Della Lunga, entrato per aiutare in ricezione, e la Sir si allontana. Ci pensa Kaliberda a chiudere la pratica con tre palloni a terra, finisce 18-25.

3° set. Nello starting six romagnolo si rivede Torres al posto di Boswinkel, nessun cambio tra gli ospiti. La CMC riparte con più convinzione e, consapevole di non aver più nulla da perdere, si porta in vantaggio 9-6. Il dodicesimo punto è un capolavoro di Torres: tre muri di contenimento nella stessa azione e un contrattacco punto sul muro a tre perugino tengono la CMC avanti di tre lunghezze. Il livello di gioco si alza e il pubblico del Pala Credito di Romagna si diverte, Koumentakis tiene sempre a +2 i suoi, ma la Perugia impatta sul 19-19. Il muro di Torres su Fromm riporta avanti i padroni di casa, si prosegue a braccetto fino al 23-23, Mengozzi mette a terra il primo tempo che vale il 24, una battuta corta di Van Garderen manda in tilt la ricezione ospite e Koumentakis firma il 25-23 che vale il 1-2.

4° set. La Sir non ci sta e parte fortissimo, Kantor è costretto a chiamare time out sullo 0-3. La Sir è trascinata dai due posti 4 particolarmente in serata, al contrario di Atanasijevic che appare ancora in difficoltà, come nel primo parziale, e viene ancora sostituito. I romagnoli si affidano alle buone giocate del giovane Polo e ai contrattacchi di Torres, ma gli ospiti viaggiano spediti sul +4. Un muro di Birarelli e un attacco out di Torres sanciscono lo strappo che sembra decisivo per ragazzi di coach Castellani, ma Kantor cambia diagonale gettando nella mischia Perini e Boswinkel, coi due in campo la CMC recupera fino al 20-21, poi un muro su Koumentakis e un paio di contrattacchi vincenti di Tzioumakas chiudono il set e partita 21-25.

Qualche rammarico resta in casa CMC per non essere riusciti a portare al tie break una buonissima squadra come Perugia, che anche senza l’apporto di Atanasijevic è stata trascinata alla vittoria dai suoi posti 4 e dall’ottimo ingresso del MVP Tzioumakas. Per i ragazzi di Kantor testa già al prossimo avversario, l’ennesima big di scena al Pala Credito di Romagna, la Diatec Trentino, arriva già domenica, inizio gara alle ore 18:00.

CMC ROMAGNA – SIR SAFETY PERUGIA 1–3 (20-25; 18-25; 25-23; 21-25)
Cmc Romagna: Mengozzi 10, Cavanna 1, Della Lunga 1, Van Garderen 8, Polo 8, Koumentakis 12, Goi (L), Torres 16, Boswinkel 6, Bari (L), Perini. N.e. Zappoli, Ortali. All. Kantor
Sir Safety Conad Perugia: Buti 5, Fromm 25, De Cecco 3, Kaliberda 18, Giovi (L), Tzioumakas 14, Atanasijevic, Fanuli, Birarelli 2. N.e: Holt, Russel, Dimitrov, Franceschini, Elia. All. Castellani

Più informazioni su