Maratona internazionale di Ravenna, premiate scuole, band musicali, i Chiefs e le Cheerleaders

Più informazioni su

Largo ai giovani e alla musica. La medaglia della Maratona internazionale Ravenna Città d’Arte quest’anno se la sono meritata anche le scuole della provincia che hanno contribuito alla riuscita dell’evento, le band che hanno accompagnato atleti e pubblico per tutta la durata della manifestazione, i Chiefs e le cheerleaders che hanno fatto da apripista alla partenza della gara.

Il presidente di Ravenna Runners Club li ha ringraziati e premiati personalmente venerdì scorso alla Sala Bandini della Cassa di Risparmio per aver portato una ventata di freschezza alla manifestazione ed un contributo importante sul fronte organizzativo e sportivo. Alla premiazione erano presenti anche l’assessore allo Sport del Comune di Ravenna Guido Guerrieri e la dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Agostina Melucci.

Sono stati ben 903 i ragazzi delle scuole della provincia che hanno partecipato (283 come volontari, 296 come atleti e 325 sono stati protagonisti alla Family Run). “Sono numeri estremamente importanti che hanno fatto sì che la maratona abbia avuto visibilità – ha sottolineato Righini – Insieme alle band, ai Chiefs e alle Cheerleaders i ragazzi hanno portato una importante novità all’evento maratona e contribuito in maniera determinante al successo della manifestazione. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato e l’invito è a ritornare l’anno prossimo”.

“È stato un evento ben riuscito sotto il profilo quantitativo e qualitativo – ha commentato Agostina Melucci – una festa per tutta la città e una manifestazione sportiva di rilievo ricca di valori importanti. I ragazzi si sono messi a disposizione degli altri dimostrando grande responsabilità, aspetto importante anche dal punto di vista formativo. I nostri giovani in questa occasione hanno comunicato correttezza, rispetto e impegno”.

La collaborazione con le scuole e con il volontariato sono aspetti che fanno crescere ogni anno la Maratona internazionale Ravenna Città d’Arte – ha affermato l’assessore Guerrieri – che confermano che non è più solo un evento sportivo, ma qualcosa di rilevante che coinvolge tutta la città”.

Più informazioni su