Quantcast

Si chiude con un bel successo il “Bovo Guerra Day” in ricordo di Sergio Guerra e Vigor Bovolenta

Numeri importanti, e tanti personaggi del volley ravennate, hanno caratterizzato la giornata-evento al Pala De Andrè

Più informazioni su

Una giornata all’insegna della pallavolo, iniziata con il sorriso dei 100 studenti “medi” delle scuole ravennati e lughesi che hanno occupato i 7 campi dell’area del piazzale Sergio Guerra, proseguita con il divertimento dei 106 giovani atleti ed atlete dei settori giovanili della provincia divisi in 16 squadre e terminata davanti ai 500 spettatori che hanno assistito, in un martedì sera autunnale, alla partita che ha assegnato il “Trofeo Sergio Guerra” alla nuova Olimpia Teodora, vincitrice sul Bartoccini Perugia alla prima uscita ufficiale davanti al pubblico ravennate a pochi giorni dall’inizio del campionato di serie A2 (previsto per l’8 ottobre).

Sono stati questi i numeri salienti del “#sediciguerra Bovo-Guerra Day”, l’evento organizzato dal comitato provinciale Fipav di Ravenna e dalla onlus “Noi non ci lasceremo mai” in collaborazione con il Comune di Ravenna, per ricordare e omaggiare Sergio Guerra e Vigor Bovolenta, due grandi protagonisti della pallavolo ravennate che hanno scritto pagine indelebili della storia di questo sport lasciando un segno importante in campo nazionale ed internazionale.

Gli studenti degli Istituti secondari di primo grado (Ricci Muratori. San Biagio, Randi, Guido Novello e Baracca Lugo), divisi in 28 squadre, sono stati protagonisti di una mattinata assolata con una serie di partite con la formula del 3×3 misto ricevendo poi, alla fine delle loro fatiche, una merenda all’insegna del Progetto “Benesserci” di educazione alimentare patrocinato dagli organizzatori e la gioia di un autografo, di un premio e di un gadget direttamente dalle mani dei tre centrali della Bunge PortoRoburCosta, Diamantini, Torelli e il bulgaro Georgiev, presenti insieme al diesse Bonitta.

I giovani atleti Under 14, 16 e 18 delle società Fipav hanno riempito il pomeriggio con un’appassionante serie di incontri che ha coinvolto 16 squadre prima che tutti i 106 ragazzi e ragazze finissero tutti assieme sul campo centrale del Pala De Andrè (53 da una parte e 53 dall’altra) per dare vita ad una curiosa mega-partita, giocata con 4 palloni in contemporanea e tanto divertimento: una conferma del valore della pallavolo per i giovani e dell’importanza di coltivarne la promozione e lo sviluppo a partire dalle nuove generazioni, come previsto nel progetto “Pallavolo tra i banchi” proposto dal Comitato Fipav ravennate.

Le squadre della provincia che hanno conquistato titoli e meriti nel corso della passata stagione hanno poi ricevuto il giusto riconoscimento alla presenza dell’assessore allo sport del Comune Roberto Fagnani, di Mauro Masotti, presidente Fipav provinciale Ravenna, dei vertici del comitato regionale Fipav – il presidente Brusori ed il segretario Mazzoni –, del presidente regionale Coni Umberto Suprani e di Manù Benelli, capitana della migliore Olimpia Teodora della storia ed attuale fiduciario allenatore della Fipav giallorossa: i premi sono andati, per il settore femminile, alle squadre femminili dell’Under 12, 13 e 14 della Teodora Casadio, all’U16 del Massa Volley, all’U18 della Stampamondo Pallavolo Faenza, alla Prima Divisione del Reda Volley, alla squadra del Cervia Volley riv vincitrice in C e promossa in B2, mentre per il settore maschile sono state premiate le formazioni dell’Atlas Santo Stefano, promossa in C, l’U18 dell’Involley Lugo, l’U12, l’U19 e la Prima Divisione della Scuola di Pallavolo Ravenna, l’Under 13 e l’U14 del Romagna Involley, l’U13 3×3 del Romagna Ravenna e l’U16 della Bunge Ravenna.

Meritati riconoscimenti sono andati anche alla selezione femminile ravennate che ha vinto il Trofeo delle province ed al libero dell’Olimpia Teodora, la 17enne Sara Panetoni, reduce dalla conquista con la nazionale juniores del titolo mondiale di categoria.

Infine, dopo la proiezione su schermo gigante delle immagini salienti della carriera e dei trionfi di Sergio Guerra e Vigor Bovolenta, si è disputata la partita tra Olimpia Teodora e Bartoccini Perugia conclusasi con il successo delle ravennati per 3-2 (20-25, 29-27, 16-25, 25-14, 15-10) che hanno così conquistato il 1° “Trofeo Sergio Guerra”, sotto gli occhi di molti esponenti del volley ravennate, tra cui Pierluigi Rambelli, Angelo Ghigi e Valmore De Pol, vice di Guerra sulla panchina dell’Olimpia Teodora, Daniele Ricci, uno dei padri pallavolistici di Bovolenta, il magico trio degli 11 scudetti Benelli-Bernardi-Prati, la presidentessa Alfa Garavini,“Zeza” Bojourina (prima straniera della Teodora), Alessandra Longhi, Vincenza Prati e tanti altri.

“E’ stato un evento impegnativo, però siamo contenti – è stato il commento finale di Mauro Masotti, presidente provinciale Fipav Ravenna – perché è stata una bellissima giornata di pallavolo, iniziata alle 8 del mattino e terminata quasi a mezzanotte, abbiamo avuto la fortuna di avere un bel sole, tanti ragazzi che si sono divertiti ed una chiusura con la partita tra Olimpia Teodora e Perugia che è stata una partita vera. Diamo appuntamento al prossimo anno: se dobbiamo dare una mano per ricordare chi ha dato tanto alla pallavolo noi ci siamo e ci saremo sempre. Ringrazio le famiglie Bovolenta e Guerra che ci hanno supportato in questo sforzo anche dal punto di vista umano”.

Più informazioni su