CICLISMO / Sofia Collinelli campionessa mondiale juniores su pista ad Aigle nell’inseguimento

Più informazioni su

La ravennate Sofia Collinelli del VO2 Team Pink di Piacenza ha vinto l’oro ai Campionati Mondiali Juniores su pista ad Aigle (Svizzera), guidata dal DS Andrea Collinelli e dal ct azzurro Edoardo Salvoldi. La medaglia d’oro è stata vinta giovedì nell’Inseguimento a squadre femminile ai Mondiali Juniores. Nel quartetto d’oro anche la ravennate Sofia Collinelli (classe 2001).

Sofia Collinelli è al secondo anno al VO2 Team Pink e per lei è la prima medaglia pesante in campo internazionale, al suo debutto in un Mondiale dopo l’esperienza agli Europei su strada di categoria.

“È stata un’emozione unica – racconta la ciclista ravennate – in finale ho commesso la falsa partenza, l’emozione, l’ansia e l’adrenalina erano a mille, una sensazione unica. Appena partite, abbiamo visto che potevamo prevalere sull’avversario, andarlo a prendere e siamo state attaccate negli ultimi due giri. La fine è stata una liberazione, vincere un Mondiale è una sensazione unica. Ancor più bello è condividerlo con le compagne con cui lavoro da novembre, in particolare con Silvia Zanardi, con me anche al VO2 Team Pink e appartenente alla stessa regione. Il duro lavoro, i sacrifici, i viaggi a Montichiari per allenarsi sono stati ripagati alla grande. Il ciclismo è uno sport unico in tutte le sue sfumature. In questo mio momento di gioia vorrei ricordare Michael Antonelli, giovane ciclista caduto in gara alla Firenze-Viareggio (e in condizione gravissime, ndc): un pensiero va anche a lui. Ringrazio infine tutti i tecnici della nazionale, il meccanico, la mia famiglia che è venuta ad Aigle, mentre mia sorella mi ha seguito dall’America, oltre alla mia squadra”.

Papà di Sofia, l’ex campione olimpico dell’Inseguimento individuale ad Atlanta 1996 Andrea Collinelli ha seguito la gara anche con l’occhio competente e interessato di direttore sportivo della formazione Donne Juniores del VO2 Team Pink dove militano due neo-iridate. Un dato è certo: ora in famiglia Andrea non è più l’unico campione del mondo nel quartetto, specialità che lo ha incoronato nel 1996 e nel 1997 a Manchester e a Perth.

“È arrivato un ottimo risultato – spiega Collinelli – per Sofia ci si aspettavano gioie nella prossima stagione essendo al primo anno Junior, invece è già arrivata questa medaglia d’oro insieme alle compagne. Il quartetto azzurro è stato ben preparato per l’evento e si è visto. Per la nostra squadra, avere due atlete su cinque sul gradino più alto del podio è una grandissima soddisfazione. In tribuna si soffre maggiormente rispetto a quando sei in pista, ma seguire la figlia e le compagne ti fa riaffiorare i ricordi di quando correvi”. 

Più informazioni su