Quantcast

CALCIO / Tre giorni a Madrid per i giovani calciatori dell’Atletico Madrid Camp

Più informazioni su

Venticinque giovani calciatori hanno trascorso tre giorni a Madrid, dopo aver partecipato, quest’estate a Ravenna, all’Atletico Madrid Camp organizzato dal Ravenna FC.

Nel pomeriggio di sabato, esperienza madrilena, è iniziata con l’assistere alla partita tra colchoneros e Getafe al nuovissimo stadio Wanda Metropolitano, lo stesso che in maggio ospiterà la finale di Champions. Un modello di innovazione ed accessibilità, che per l’occasione ha visto i ragazzi unirsi ai 55mila spettatori e sostenere per tutti i novanta minuti la squadra madrilena alla vittoria finale per 2 a 0 – spiegano dal Ravenna FC -. La giornata di domenica è stata all’insegna dell’allenamento con la metodologia dell’Atletico, la location prescelta è stata d’eccezione, infatti i ragazzi hanno avuto il piacere di allenarsi al Wanda Sport Center di Majadahonda, il centro dove si allena la squadra di Simeone. Sono stati proprio Griezmann e compagni a sfilare tra gli occhi stupiti dei giovani giallorossi che stavano completando l’allenamento per posizionarsi a fare defaticamento nel campo di fianco al loro.

Il lunedì sera ha visto l’evento clou della tre giorni, il momento in cui i ragazzi, divisi in due squadre potevano confrontarsi con i parietà spagnoli in due incontri amichevoli. Nel primo match i ragazzi più piccoli, una squadra mista di nati tra il 2007 e 2009 ha affrontato la miglior squadra dell’Atletico di classe 2008, i ragazzi sono stati sempre in partita chiudendo la prima frazione di gioco a reti inviolate per poi subire due gol nel finale. Una sconfitta assolutamente onorevole se si considera che in Italia a questa età si gioca 9 contro 9, mentre in questa occasione di confronto con il modello spagnolo si è giocato ad 11.
A seguire sono scesi in campo i ragazzi della classe 2005 contro i parità spagnoli, in una partita estremamente avvincente e combattuta; in questo caso sono stati i giallorossi a conquistare nella ripresa il gol della vittoria grazie a Correnti, abile a sfruttare una palla recuperata in un disimpegno sbagliato dalla difesa dell’Atletico. Davvero una grandissima soddisfazione potere tornare a casa con il ricordo di una vittoria in terra spagnola.

Quando ormai sulla via del ritorno i visi dei ragazzi mostravano un comprensibile velo di stanchezza e tristezza per l’avventura che volgeva al termine, uno strano scherzo del destino ha regalato l’ultima gradita sorpresa di questa emozionante trasferta, in aeroporto a Madrid infatti i ragazzi hanno incontrato il grande ex di entrambe le squadre, nientemeno che Bobo Vieri, quasi a voler sigillare con un trait d’union questa esperienza di sport, ma ancor più di vita, che per sempre questi ragazzi potranno conservare gelosamente nel cuore, corazon appunto.

 

Più informazioni su