TAEKWONDO / Internazionali a Riccione: 2 ori, 1 argento e 4 bronzi per il Taekwondo Ravenna

Più informazioni su

Nel week end dell’11 e del 12 maggio si è svolto l’open internazionale di Taekwondo a Riccione, gara di combattimento con quasi 1.500 iscritti, oltre 150 società partecipanti provenienti da 6 nazioni e 20 regioni italiane. Questa gara è considerata una delle competizioni più entusiasmanti sul panorama italiano sia per la qualità dell’organizzazione sia per l’alto livello tecnico dei partecipanti.

I risultati del Taekwondo Ravenna:

 

Medaglia di bronzo per:

Kevin Sciuto, che ha vinto il primo incontro per differenza punti, dando dimostrazione della spettacolarità di certi calci ma si è dovuto arrendere al turno successivo ad un avversario fisicamente impegnativo.
Aurora Ercolani, che è riuscita a passare facilmente il primo turno, scontrandosi con colei che ha vinto l’oro e mancando la finale per appena 2 punti.
Ada Meletti, che non è riuscita a raggiungere la finale, nonostante l’avversaria fosse alla sua portata.
Vittorio Geradone, che è salito sul tatami già in tensione e non ha affrontato l’incontro con la determinazione che solitamente lo contraddistingue.

Sfiora l’oro Ascanio Finetto: dopo la vittoria della seminale per superiorità tecnica, cede in finale ad un avversario molto impegnativo.

Due sono le medaglie d’oro conquistate rispettivamente da Felicia Arion e Anna Alberani, due ragazze agli antipodi: Anna, alla sua prima gara dopo aver conosciuto questo sport solo a settembre 2018 e Felicia, cintura nera, veterana del taekwondo, ma alla sua prima gara importante dopo anni di assenza dal circuito agonistico. Dalla società arrivano i complimenti alle ragazze, per una medaglia davvero meritata.

Per la piccola realtà ravennate, la soddisfazione di vedere l’Asd Taekwondo Ravenna al 28° posto della classifica generale, su 150 società, è tanta. Appagato, ma solo in parte, il Coach Vincenzo Sciuto: “sono contento quando i miei atleti vengono ripagati del duro lavoro svolto in palestra, eccellendo nelle proprie categorie e regalandoci non solo medaglie ma incredibili emozioni. Certo, occorre lavorare ancora, ciascuno sulle proprio lacune, per ottimizzare i risultati e raggiugere il massimo. I miei elogi vanno anche a chi ha partecipato senza raggiungere il podio: Giulia Ceccarelli, Morgan Pesci, Riccardo Laghi, Vittorio Montanari, Ginevra Graf, rientrata da poco dopo un infortunio di 2 mesi, Andrea Lombardi, salito sul tatami dopo oltre 1 anno di assenza da gare.
Aver partecipato a una gara cosi importante è già una vittoria personale e di crescita. Ora ci aspetta la gara a luglio in Salento, dove ci saranno avversari davvero forti e dove questo sport è molto conosciuto e praticato. Dobbiamo restare concentrati e continuare a lavorare assiduamente”.
  

Più informazioni su