Autocross. Sulla pista RIORC si è svolta la 2^ prova del campionato italiano velocità su terra

Più informazioni su

La seconda prova del campionato italiano velocità su terra (autocross), svoltasi sulla pista RIORC di Ravenna in località Borgo Faina, dopo il rinvio causa maltempo di maggio, si è svolta regolarmente, con una serie di gare particolarmente appassionanti e spettacolari, grazie all’organizzazione di Speedy Racing e Livorno Rally. Varie le classifiche finali distinte, con le vetture suddivise in quattro categorie, in base alle caratteristiche tecniche dei mezzi.

Nella categoria Touring- Gruppo2, successo del cesenate Natale Casalboni, Team TenJob, su Mitsubishi Lancer, che in fase di qualifica era protagonista di uno spettacolare capottamento, con la vettura ripristinata a tempo di record dai meccanici, per permettere al pilota romagnolo di partecipare alla finale su sette giri.

In Kart Cross, con mezzi tutti identici, con tanti partecipanti al via, vittoria per il piemontese, Simone Firenze, fra i Buggy 1600-Gruppo 4 saliva, sul gradino più alto del podio Mattia Grasselli di Reggio Emilia, su Proto ,mentre fra i potentissimi Super Buggy-Gruppo 5, ad avere la meglio, dopo una serie di combattuti passaggi era il padovano Davide Casarin, al volante di un prototipo tubolare.

A Bibbiena, in provincia di Arezzo, con temperature torride, tanto che non sono mancati i malori per il troppo caldo, con gli abitacoli delle vetture in gara che raggiungevano anche i cinquanta gradi, si è svolto il Rally del Casentino, valido per l’IRC Cup e la Mitropa Rally Cup; al via anche il faentino Ruggero Ravaglioli, Ford Mustang Gt,Team Top Driver; pur con problemi elettrici, che lo hanno penalizzato, in particolare nelle due prove speciali in notturna, il pilota manfredo ha portato a termine onorevolmente il proprio impegno, conquistando l’immancabile vittoria di categoria, con relativi punti per la serie mitteleuropea.

Più informazioni su