Sofia Collinelli è pronta per la prova su strada ai Mondiali nello Yorkshire

Più informazioni su

Ultime ore di vigilia iridata per Sofia Collinelli, atleta ravennate del VO2 Team Pink protagonista in questi giorni in maglia azzurra al Mondiale su strada nello Yorkshire (Gran Bretagna). Sofia è reduce dal brillante ottavo posto nella cronometro di lunedì e domani (venerdì 26 settembre) attaccherà il dorsale numero 29 sulla propria casacca azzurra nella prova su strada per Donne Juniores, dove difenderà i colori dell’Italia insieme alla veneta Camilla Alessio (numero 28, quarta lunedì nella lotta contro il tempo), all’altra romagnola Alessia Patuelli (dorsale 30) e alla piemontese Matilde Vitillo (31).

La prova per Donne Juniores prenderà il via alle 8,40 ora locale (le 9,40 in Italia) da Doncaster, sede della partenza ufficiosa,mentre alle 8,56 locali ci sarà il chilometro zero a Edenthorpe, con l’arrivo  posto dopo 86 chilometri ad Harrogate, città già “assaggiata” in occasione della cronometro di lunedì.

Per Sofia, classe 2001 e al suo secondo anno in categoria, si tratterà dell’ultima grande rassegna in ambito internazionale giovanile prima del grande salto nelle Elite nella prossima annata ciclistica. Nei precedenti Europei su strada Juniores in Olanda (poco meno di due mesi fa), la Collinelli aveva conquistato il decimo posto nella prova in linea dopo il sesto nella cronometro.

Ora la nuova avventura nello Yorkshire. “Vedremo – racconta Sofia alla vigilia iridata – come sarà il meteo. Il percorso sarà quasi tutto in linea, entriamo nel circuito di Harrogate a un chilometro e mezzo dalla fine dopo aver affrontato una leggera salita. Il tracciato sarà prevalentemente piatto, con alcuni saliscendi negli ultimi 20 chilometri. Farò quello che il ct Dino Salvoldi e Paolo Sangalli (collaboratore azzurro) mi chiederanno e speriamo di offrire un buon spettacolo. Mi sento bene e insieme alle mie compagne sono molto carica. Personalmente, sono molto emozionata: l’atmosfera qui è molto bella, il Mondiale si sente molto e c’è tanta gente a seguire le gare: non vedo l’ora sia domani per correre”.

Più informazioni su