Alfonsine pareggia 1 – 1 contro Sammaurese

Più informazioni su

Il cambio di rotta porta ancora buoni frutti. Dopo la vittoria esterna contro lo Sporting Franciacorta, Gori continua ad utilizzare il nuovo modulo, che porta i suoi a sfiorare la vittoria. Pochi i tiri, ancora meno quelli nello specchio, ma senza dubbio entrambe le compagine hanno saputo darsi battaglia per tutti i minuti regolamentari. Il buon Carroli non ha avuto modo di sfoderare una delle sue prodezze, mentre Ricci Maccarini delizia il pubblico del Brigata Cremona con cross e traversoni insidiosi (non ultimo quello in cui Grasso dovrà togliere la palla dall’incrocio con la mano di richiamo); la brutta notizia arriva al 28’ del primo tempo, quando Giacomoni deve uscire per infortunio, ma Succi non demerita affatto, e assieme al ben noto Bertoni riesce a chiudere bene, anche contro un rapidissimo e scatenato Camara. Ancora una volta Derjai può tornare a casa soddisfatto del proprio operato, perché anche se da fuori non riesce a inquadrare la porta, dagli undici metri è perfetto, così come in mezzo al campo; bene anche Magri (che sfiora la rete della vittoria), e prezioso l’apporto di Riccardo Innocenti davanti. Il primo tempo può risultare vinto ai punti dalla squadra ospite, ma nel secondo emergono maggiormente i biancazzurri, anche a livello fisico. Il risultato di parità, per quanto un po’ stretto per entrambe, è tutto sommato giusto.

Giornata ancora calda, seppure d’ottobre, e Brigata Cremona con grande affluenza di pubblico per questo interessante derby tutto romagnolo tra due squadre praticamente appaiate in classifica (la differenza e di un punto soltanto).

Al 5’ punizione di Ricci Maccarini da destra, colpo di testa di Bertoni, ma è tutto facile per Grasso. Al 26’ tentativo da fuori di Camara, ma la mira è da rivedere. Al 42’ Scarponi mette in mezzo per Pieri, che anticipa tutti e batte il portiere dall’interno dell’area. Al 44’ Derjai prova il sinistro da fuori, ma la palla è deviata in calcio d’angolo. Queste le uniche emozioni del primo tempo.
Seconda frazione. Al 46’ Derjai ci riprova dalla media distanza, ma anche stavolta non trova la porta. Al 54’ l’arbitro segnala un fallo di mano in area ospite da parte di un difensore, ed è calcio di rigore: dal dischetto va per la prima volta Derjai, che batte Grasso con una esecuzione perfetta. Al 63’ splendida azione personale di Saporetti, che chiuso da quattro uomini riesce a spostare palla e cambiare direzione, poi l’azione termina con un calcio d’angolo a favore che non crea però nessun pericolo. Al 65’ tentativo di Camara dal vertice dell’area, ma nemmeno lui ha fortuna. Al 77’ parte da destra il suggerimento di Derjai per Magri a centro area, ma il suo colpo di testa esce di poco. Terminano i 90 minuti e anche i 5 di recupero, ma non accade nient’altro di notevole.

A cura di Alex Caravita

ALFONSINE – SAMMAURESE   1 – 1

ALFONSINE: Carroli, Ricci Maccarini, Manara, Magri, Bertoni, Giacomoni (28’ Succi), Santucci (74’ Tavolieri), Derjai, Innocenti Riccardo, Saporetti (90’ Ricciotti), Alessandrini (60’ Venturi). A disp. Palermo, Innocenti Federico, Savelli, Gavoci, Casadei. All. Gori

SAMMAURESE: Grasso, Merciari, Nicoli, Brighi, Mazzotti, Lombardi Nicolas, Lisi, Scarponi, Pieri, Solla (82’ Lombardi Lorenzo), Camara. A disp. Dragos, Denikv, Billi, D’Angeli, Santoni, Costantini, Noschese, Mingucci. All. Protti

RETI: 42’ Pieri (S), 55’ rig. Derjai (A)

ARBITRO: Sacchi di Macerata

Più informazioni su