Inizia con una sconfitta il campionato del Romagna RFC: il Pesaro si impone 32-17

Più informazioni su

Accompagnati da una bellissima cornice di pubblico Romagna e Pesaro si sono sfidati allo Stadio del Rugby di Cesena nel derby dell’Adriatico con cui oggi si è aperto il campionato di Serie A. Sono stati i marchigiani ad avere la meglio per 32-17, centrando il bottino pieno con 4 mete segnate, mentre i galletti non sono andati oltre le 3 marcature. Le due squadre hanno dato vita a un confronto vivace, giocato con grande intensità in tutte le sue fasi e che, dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, nella ripresa ha visto prevalere un Pesaro più esperto e concreto.

Inizio energico, con le due squadre che si mostrano aggressive: i primi punti sono degli ospiti, che si affidano al piede di Smith per un calcio piazzato che vale il 3-0. La prima meta della partita è invece del Romagna e arriva da una maul avanzante, conclusa da Manuzi. Il raddoppio romagnolo invece arriva da un intercetto nella metà campo del Pesaro, che vede Di Franco partire a tutta velocità fino ad arrivare a schiacciare l’ovale proprio in mezzo ai pali: Gallo trasforma e porta i suoi avanti per 12-3.

Il Pesaro però si organizza e parte al contrattacco: al 21’ la meta di Solari, trasformata da Smith, li tiene in scia e dopo un paio di minuti arriva il sorpasso, con Boccarossa che riesce a bucare la difesa avversaria per il 12-15, punteggio su cui si chiuderà il parziale.

Nella ripresa il Pesaro tiene il pallino del gioco e al 13’ approfitta al meglio di una punizione per allungare, grazie al preciso piede di Smith . I galletti lasciano qualche spazio di troppo agli avversari, che trovano al 17’ la terza meta della giornata così da portarsi avanti per 25-12. Il Romagna prova a rispondere, ancora con Di Franco che parte in solitaria e arriva in meta: non basta per riportarsi sotto al break dei 7 punti perché la trasformazione di Donati non trova i pali. Al 27’ arriva invece un altro affondo di marca pesarese, con Smith che segna e trasforma la meta del bonus, che indirizza la partita verso la sponda marchigiana. Il Romagna prova a inseguire a sua volta la quarta marcatura, che significherebbe punto di bonus, e si affida alla propria mischia, che fino all’ultimo ci prova senza però riuscire a oltrepassare la linea di meta. Finisce 17-32, punteggio che consegna al Pesaro i 5 punti e il Trofeo dell’Adriatico messo in palio in occasione di questo derby.

Romagna RFC - Pesaro

Romagna RFC – Pesaro Rugby 17 – 32 (mete 3-4; primo tempo 12-15; punti conquistati 0-5)

Romagna RFC: Donati, Di Franco, Fiori (22’ st Greene), Di Lena, Tauro, Gallo (9’ st Maffi), Martinelli, Maroncelli, Bertoni, Lamptey, Baldassarri (28’ st Pirini), Sgarzi, Fantini, Manuzi, Strada (38’ st Villani). A disp: Velato, Mazzone, Paganelli, Caminati

Pesaro Rugby: De Angelis, Salvi, Piccioli, Erbolini, Ceccolini, Smith, Boccarossa (Cardellini), Antonelli, Bettucci (14’ st Ruffini), Del Bianco, Venturini, Tripodo, Maarman (5’ st Fiorentini), Solari (31’ pt Pozzi), Maccan. A disp: Leva, Jaohuari, Nardini, Babbi. All: Mazzucato

Arbitro: Arnone

Marcature: Primo tempo: 7’ cp Smith (0-3), 10’ m Manuzi nt (5-3), 16’ m Di Franco tr Gallo (12-3), 21’ m Solari tr Smith (12-10), 23’ m Boccarossa nt (12-15) / Secondo tempo: 13’ st cp Smith (12-18), 17’ m Salvi tr Smith (12-25), 19’ m Di Franco nt (17-25), 27’ m e tr Smith (17-32)

Più informazioni su