Maratona di Ravenna Città d’arte. Si apre il lungo weekend di gare in attesa del clou, domenica 10 novembre

Alle ore 12.00 l’apertura dell’Expo Marathon Village nei Giardini Pubblici, sabato e domenica il clou con i tanti eventi

Poche ore e si aprirà ufficialmente quest’oggi, venerdì 8 novembre, il lungo weekend della Maratona di Ravenna Città d’Arte. Fervono gli ultimi preparativi in attesa dell’apertura ufficiale dell’Expo Marathon Village, la grande cittadella dello sport da oltre 1.200 mq allestita dal Gruppo La Campaza nei Giardini Pubblici di Ravenna alle spalle del MAR, prevista per le ore 12.00.
Alle ore 16.00 l’inaugurazione della struttura alla presenza di rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, sponsor della manifestazione, espositori, volontari e lo staff di Ravenna Runners Club, associazione che organizza l’intero evento.

Sabato 9 novembre

Ai Giardini Pubblici alle ore 10.30 la partenza della «Conad Family Run», la manifestazione ludico-motoria da 2 km aperta a tutti.
A seguire, alle ore 12.00 circa, il via della «Dogs & Run», la maratonina a sei zampe con cani e padroni.
Sempre sabato, all’Expò Marathon Village, alle 13.30 la presentazione delle band musicali che, dislocate sul percorso, con la loro musica accompagneranno i runner al loro passaggio.
Alle ore 16.00 la presentazione dei Top Runner, i migliori atleti che parteciperanno alla gara, ed alle ore 17.00 la sfilata dei Pacer.

Domenica 10 novembre

Alle ore 9.00 la partenza della «Correndo senza Frontiere – Tutti insieme», la 3 km riservata ai disabili che prenderà il via da Porta Serrata.
Alle 9.30, davanti al MAR, il Museo d’Arte della Città di Ravenna in Via di Roma, lo start ai concorrenti della Maratona di Ravenna Città d’Arte e della Half Marathon».
Alle ore 9.45, dunque dopo una brevissima attesa che rappresenta una delle novità di quest’anno, il via alla Martini Good Morning Ravenna 10,5Km.
All’arrivo, le premiazioni ufficiali sul palco allestito nel giardino davanti al MAR e il pasta party per tutti i concorrenti.

Per il 2019 la Maratona di Ravenna ha l’onore di fregiarsi del Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana UNESCO, concesso «in considerazione – questo il testo della lettera firmata dal Segretario Generale della stessa Commissione Nazionale Italiana dell’organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura – del significativo valore dell’iniziativa intesa a favorire una più attiva fruizione del nostro Patrimonio Mondiale dell’UNESCO coniugando sport, arte e cultura».
Tra gli onori dei quali può fregiarsi quest’anno la Maratona di Ravenna, quello della FIDAL, Federazione Italiana Atletica Leggera.

Sulle strade romagnole si disputerà infatti il Campionato Italiano Assoluto e Master di Maratona. Per Ravenna si tratta della quarta volta in cinque anni. Un poker senza precedenti.
In particolare, sul percorso ravennate si è corso per il Tricolore Assoluto già nel 2015 e nel 2018, mentre nel 2016 i runner si sono contesi il titolo Master. Dunque quest’anno, per la prima volta, il 10 novembre saranno assegnati entrambi i titoli: sia quello Master che quello Assoluto. E il piatto sarà arricchito ulteriormente quest’anno dall’assegnazione, sempre a Ravenna, del Campionato Italiano Bancari e Assicurativi che per la prima volta ha come promotore un istituto locale: LA BCC – Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese. Una prova riservata a dipendenti in servizio, assunti da almeno un mese, esodati o in quiescenza, degli Istituti Bancari Italiani o Stranieri e delle Assicurazioni.

Domenica sarà inoltre possibile seguire il grande evento con la diretta streaming, curata da Piper Vision srl.
Le telecamere seguiranno costantemente la corsa e rilanceranno il segnale che verrà trasmesso in tempo reale sulle official fanpage Facebook e YouTube di Maratona di Ravenna Città d’Artee Timing Data Service TDS.
In contemporanea, dallo studio allestito a pochi passi dal traguardo di Via di Roma, la giornata verrà raccontata da commentatori d’eccezione guidati al microfono da Marco Marchei, giornalista sportivo ed ex azzurro alle Olimpiadi di Mosca nel 1980 e Los Angeles nel 1984. Tra loro, Gavino “Bingio” Garau, nome conosciutissimo dell’atletica leggera italiana degli anni ’80 e ’90 ora commentatore televisivo.