Il team faentino Toro Rosso centra uno storico secondo posto in Brasile

Il Gran Premio del Brasile, penultima tappa della stagione 2019 di Formula 1, ha salutato lo storico secondo posto della Toro Rosso – Honda grazie alla magistrale gara del francese Pierre Gasly, giunto alle spalle del pilota Red Bull Max Verstappen al calare della bandiera a scacchi. Il finale di corsa rocambolesco, caratterizzato dal doppio ritiro Ferrari (contatto fratricida tra Charles Leclerc e Sebastian Vettel) e il tamponamento di Lewis Hamilton (Mercedes) all’incolpevole Alex Albon (Red Bull – Honda), ha favorito la conquista del secondo gradino del podio da parte del pilota di Rouen, bravo a precedere Carlo Sainz Jr (McLaren – Renault).

Per Toro Rosso si tratta del secondo podio in stagione dopo quello colto da Daniil Kvyat in Germania, corsa anch’essa segnata da molti incidenti e colpi di scena. Gasly, per la prima volta nella top 3 dall’esordio nella massima serie, è apparso letteralmente euforico dentro e fuori dall’abitacolo della sua STR14 (memorabile il lunghissimo urlo di gioia di Pierre dopo aver tagliato il traguardo), commentando così l’impresa del team con base a Faenza: “E’ semplicemente incredibile. Il mio primo podio in Formula 1. Ho lavorato duramente di gara in gara per migliorare pensando che, se mi fossi trovato nel posto giusto al momento giusto, qualcosa di molto positivo sarebbe potuto accadere.  In Brasile è successo e ora sono sovrastato dalle emozioni. Ho sempre detto che il team Toro Rosso è come la mia ‘famiglia italiana’, perché amo la loro passione e il loro spirito. I ragazzi spingono sempre dannatamente forte e mi sento di averli ripagati nel migliore dei modi. Raggiungere la Formula 1 è un sogno che si culla a lungo, così come conquistare il primo podio e, quando succede, si viene attraversati da una marea di emozioni difficilmente immaginabili. Penso sia il giorno più bello della mia vita sin ora”.

Toro Rosso Gasly Brasile

Quanto al compagno di squadra Daniil Kvyat, il russo ha salvato capra e cavoli con un decimo posto finale non esaltante, agevolato dai tanti colpi di scena registrati nel finale. Toro Rosso occupa attualmente la sesta posizione nel campionato Costruttori con 83 punti nel carniere e può ragionevolmente puntare al quinto posto finale (target della squadra per la stagione 2019). Otto le lunghezze che divivino la squadra con base a Faenza e il team Renault, tutto si deciderà ad Abu Dhabi, sede dell’ultimo appuntamento stagionale.