Rekico Faenza a Teramo per cercare la prima vittoria del 2020

Più informazioni su

Inizia con un lungo viaggio di 300 chilometri il 2020 della Rekico. I faentini saranno di scena domenica 5 gennaio alle 18 sul campo dell’Adriatica Press Teramo, formazione che ha all’attivo soltanto tre vittorie e che è quindi alla ricerca di punti preziosi per uscire dalle zone calde della classifica. Anche i Raggisolaris hanno come obiettivo il successo per conquistare per la prima volta in stagione due vittorie consecutive (piccola striscia vincente mai ottenuta) e per chiudere nel migliore dei modi il girone d’andata.

Per coloro che non fossero presenti al PalaScapriano ci sarà la possibilità di vedere la diretta streaming del match sul canale You Tube dei Raggisolaris.

L’AVVERSARIO

Una squadra con il vizio del tiro da tre punti. L’Adriatica Press Teramo ha una statistica insolita: tira più dai 6,75 che da due punti. Una dimostrazione di quanti tiratori abbia a disposizione, non ancora però espressisi al meglio come si vede anche dai 65.1 punti di media segnati a partita che fanno essere gli abruzzesi il peggior attacco del girone insieme a Giulianova.

Il bottino conquistato in quattordici partite dall’Adriatica Press è di tre vittorie, frutto di un 1/6 casalingo (l’unico successo è arrivato con Montegranaro) e del 2/6 in trasferta (espugnate Porto Sant’Elpidio e Giulianova), ruolino di marcia che non rispecchia il reale valore del roster di coach Manuel Cilio, esordiente in serie B e reduce dalla vittoria del campionato di serie C Silver lombarda con il Rovello Porro. Tanti infatti sono i giocatori di talento ed esperienza che vestono la canotta di Teramo, come l’ala Giorgio Di Bonaventura (ex Cento, serie A2), atleta dal grande impatto fisico che sta viaggiando a 15.7 punti di media e a 6.7 rimbalzi. Altro elemento molto conosciuto è l’ala\pivot Federico Lestini, arrivato dalla IUL Basket Roma (serie B), visto per tante stagione anche in serie A2 e protagonista anche a Teramo con 14.3 punti di media. Il playmaker titolare è Marco Montanari, under classe 1998 di scuola Fortitudo Bologna e nello scorso campionato all’Andrea Costa Imola in serie A2, buon tiratore con caratteristiche che ben si combinano con quelle della guardia\ala Salvatore Forte, ex Sansebasket Cremona (C Gold lombarda). Completano il reparto senior, Robert Banach, arrivato da Nardò (serie B), e Lorenzo Nolli, ex Pallacanestro Lupa Lecce in C Gold pugliese. Non ci saranno invece le guardie Mattia Melchiorri e Davide D’Eusanio, che hanno lasciato Teramo durante la stagione.

Passando agli under, il pivot Leonardo Del Sole (classe 2000 ed ex Pescara, serie B) garantisce minuti preziosi come cambio dei lunghi, come l’ala Bojan Matic (2000, ex Virtus Roma, A2). Completano il roster tre ragazzi delle giovanili: i play Valerio Cucchiaro (2001) e Nazzareno Massotti (2001) e la guardia Gabriele Rossi (2001).

IL PREPARTITA

“Esordiamo nel nuovo anno sul campo di una squadra alla ricerca di punti, ma anche ambiziosa – sottolinea coach Massimo Friso –: non è infatti un caso che Teramo stia cercando rinforzi per evitare l’ultimo posto della classifica da cui dista soltanto due punti. L’Adriatica Press ha caratteristiche diverse rispetto alle altre squadre: tira più da tre che da due punti e quindi dovremo essere bravi a trovare le giuste contromisure a questo suo insolito modo di giocare. Tra i singoli spiccano le individualità di Lestini, di Di Bonaventura e di Montanari, ma tutti i giocatori sono pericolosi, perché bravi a creare pressione sul pick and roll con esterni abituati a penetrare e lunghi che escono dall’area per tirare da tre. Sarà quindi l’ennesimo match da interpretare con il giusto atteggiamento.

Quella con Teramo sarà la prima di una serie di partite molto importanti per il nostro campionato, perché vincendole potremmo avere una classifica più tranquilla, anche se in un simile girone fino all’ultima giornata ci sarà da lottare e soffrire. In questa seconda parte di stagione dovremo quindi trovare equilibrio nel gioco e continuità di rendimento evitando quegli alti e bassi che molte volte ci hanno danneggiati: un problema che probabilmente non riusciremo mai ad eliminare, ma almeno bisogna limarlo”.

PROSSIMO TURNO

La Rekico giocherà anche nel prossimo turno lontano da casa: domenica 12 gennaio alle 18 sarà a Porto Sant’Elpidio, primo match del girone di ritorno, mentre domenica 19 gennaio alle 18 ospiterà la Sutor Montegranaro.

 

Più informazioni su