Il 14 gennaio presentazione della medaglia di Annafietta per l’edizione 2020 della Maratona di Ravenna

Si respira aria di attesa in vista della presentazione della medaglia ufficiale della Maratona di Ravenna Città d’Arte che finirà al collo dei finisher il prossimo 8 novembre dopo aver tagliato il traguardo di via di Roma. L’appuntamento è fissato per martedì 14 gennaio 2020 alle ore 11.30 nella Sala Multimediale degli Antichi Chiostri Francescani di Ravenna.

Come nel 2011, anche quest’anno la medaglia è stata ideata e realizzata in gran segreto nei laboratori di Annafietta, mosaicista ravennate che opera a pochi metri dalla Basilica di San Vitale. Quella che verrà presentata il 14 gennaio sarà dunque la decima medaglia di una serie che nel corso degli anni non solo ha rappresentato un premio ambito per tutti i runner, “ma è divenuta – scrivono gli organizzatori della manifestazione -simbolo moderno del mosaico bizantino e dell’arte che si respira nelle vie del centro di Ravenna.”

Anche per il 2020 la medaglia verrà proposta in tre tagli diversi. La più grande per i finisher della Maratona sui 42,195 Km, una versione leggermente più piccola toccherà ai runner che taglieranno il traguardo nella Half Marathon, infine la versione minore sarà prodotta per la Good Morning Ravenna 10K. “Un’evoluzione – spiegano gli organizzatori – partita nel 2011 quando vennero prodotte poche centinaia di medaglie solamente per la prova sui 42 Km, proseguita nel 2014 con la creazione di una medaglia anche per i partecipanti alla 21 Km e definitivamente giunta a maturazione con la terza versione per la Good Morning proposta a partire dal 2015. Proprio per quanto riguarda la manifestazione sui 10,5 Km che lo scorso anno ha fatto registrare iscrizioni da capogiro, quest’anno saranno realizzati ben 5.000 pezzi, riservati ai proprio ai primi 5.000 iscritti. Per quanto riguarda la composizione di ogni singolo pezzo, rigorosamente assemblato a mano, verrà rispettata ancora una volta la tradizione paleocristiana e bizantina utilizzando con la tecnica del “metodo diretto”: tessere di pasta vitrea poste su malta cementizia e fughe in sottosquadro per garantire il tipico gioco di riflessi e movimenti cromatici.

«La realizzazione della medaglia della Maratona – spiega Annafietta– è sempre motivo di orgoglio per me e i miei collaboratori. Un impegno che si rinnova senza soluzione di continuità di anno in anno e che permette di affiancare la crescita dell’intera manifestazione organizzata dagli amici di Ravenna Runners Club. L’impegno per l’ideazione del decimo pezzo di questa serie è stato ancor più gravoso, ma anche gratificante. Dopo la medaglia del 2019 che in molti hanno considerato alla stregua di un gioiello, quest’anno puntiamo su un prodotto di uguale bellezza, ma che possa essere considerato allo stesso tempo un pezzo d’arte e di storia ravennate che ogni partecipante alla Maratona potrà portare nelle proprie case di tutto il mondo».

La medaglia sarà affiancata, nel corso della presentazione, anche dalla seconda versione della medaglia realizzata sempre da Annafietta per la «Dogs & Run», la simpatica maratonina a sei zampe per cani e padroni che da qualche anno si svolge il sabato precedente la Maratona e che già nel 2019, per la prima volta, ha regalato a tutti i partecipanti un monile dal profilo «a 4 zampe».