Il Romagna verso la sfida con la Fiorentina “Ci vorrà concentrazione”

Più informazioni su

Archiviata la roboante vittoria contro Nuoro la Pallamano Romagna è attesa dalla prima trasferta del girone di ritorno.
Domani, sabato 18 gennaio, alle ore 17,00 i romagnoli saranno infatti ospiti della Fiorentina, che all’andata uscì sconfitta dalla palestra Cavina 32-24 e che attualmente  si trova cinque punti sotto agli arancioblu nella classifica del girone  B del campionato nazionale di serie A2.
Alla vigilia della gara Andrea  Bartoli, centrale della squadra imolese-faentina ha voluto ricordare come fosse “importante iniziare questa seconda parte di campionato con  il piede giusto per arrivare nel modo migliore a questa trasferta che  sarà complicata. All’andata infatti la partita contro la Fiorentina non  fu una partita semplice e sicuramente in casa loro sarà ancora più  complicato giocare. In ogni caso ce la metteremo tutta per tornare sabato sera a casa con i due punti”.
Per provare a conquistare la vittoria il Romagna si affiderà all’estro di Mazzanti, miglior marcatore della scorsa gara, nonché agli schemi provati contro Nuoro. Secondo Bartoli inoltre, sarà importante entrare in campo con il giusto atteggiamento in quanto “a volte non riusciamo ad entrare in campo nel modo giusto e questo ci penalizza perché, soprattutto nelle partite più complicate, prendiamo uno scarto dagli avversari difficile da recuperare. Per questo dovremo essere bravi a  entrare subito in campo concentrati”.
La formazione viola dal canto suo, si contrapporrà ai ragazzi di coach  Tassinari schierando l’ex Romagna Ernesto Andalò ed il giovane pivot nel
giro azzurro Tommaso Romei. “Ernesto è un amico – prosegue Bartoli – e anche se non abbiamo mai giocato insieme siamo rimasti in ottimi rapporti, sabato però proveremo a dargli un dispiacere. Anche Romei certamente è uno dei loro punti di forza e dovremo cercare di contenerlo”.
Alla partita non prenderà parte Albertini così come è in dubbio la presenza di Amir Boukhris. Spazio dunque a Di Domenico e Guerrini, ali di ruolo, con il giovane Leonardo Mazzini pronto a subentrare a partita  in corso.

Più informazioni su