Fusignano. 6 Ore Ippociok non delude le aspettative: Pecora e Corradini da record

Più informazioni su

La terza edizione della 6 Ore Ippociok, disputatasi domenica 2 febbraio a Rossetta di Fusignano non ha deluso le attese: per gli organizzatori, avere avuto al via 193 corridori impegnati in una prova di così lunga durata, oltretutto concentrata in un circuito di 4,2 km che interessava tutto il piccolo borgo romagnolo, è stato un grande risultato e le competizioni hanno pienamente tenuto fede alle aspettative della vigilia a dispetto della nebbia, calata sul percorso e in alcuni frangenti davvero fitta.

La gara femminile era particolarmente: alla fine Eleonora Rachele Corradini ed Elena Fabiani hanno stracciato il record della manifestazione, percorrendo oltre 4 km in più. Alla fine solo un pugno di secondi le ha divise, con la vittoria andata alla Corradini con la stessa distanza percorsa dalla rivale, seconda esattamente come l’anno prima, 67,520 km all’attivo per entrambe.

Terza posizione per Nicol Poncina, ancora sul gradino più basso del podio come tre settimane prima all’Ultramaratona della Pace, con 63,300 km percorsi. Record eguagliato invece al maschile, con Luigi Pecora che ha percorso nell’arco delle 6 ore 75,960 km come aveva fatto lo scorso anno Nicola Zuccarello. A fargli compagnia sul podio Gabriele Teodorani e Michele Scoglio, entrambi con 71,740 km all’attivo ma con Teodorani arrivato 26” prima.

Insieme alla 6 Ore era previsto anche il traguardo della maratona, che ha visto primeggiare Federica Moroni, la primatista italiana di vittorie sui 42,195 nel 2019 e che ha iniziato il nuovo anno con lo stesso piglio, conseguendo in poco più di un mese i successi alla Maratona di Crevalcore, all’Ultra della Pace e appunto alla maratona di Rossetta. 3h01’20” il suo tempo finale, lo stesso del vincitore Francesco Lupo, primo lo scorso anno alla Maratona di Suviana. I due hanno disputato la gara sempre insieme, finendo così entrambi primi. Lupo ha preceduto in classifica Andrea Accorsi (3h20’30”) e Stefano Marcello Burlon (3h28’50”), la Moroni dal canto suo ha prevalso su Giorgia Bonci (3h42’50”) e Elena Bernabé (4h08’40”).

Proprio la presenza della nebbia ha reso ancor più indispensabile il lavoro degli oltre 50 volontari che hanno gestito la manifestazione, oltretutto su un circuito completamente chiuso al traffico. A loro si deve la riuscita dell’evento, come anche all’appoggio del Comune di Fusignano, dell’Agis locale e delle società impegnate in prima persona nell’allestimento della giornata podistica: Polisportiva Rossetta, Scuderia del Senio, l’Associazione Amici del Senio e la Onlus “Il Mare di Filippo”. La prova, omologata Uisp, tornerà a inizio febbraio 2021, sperando magari in un clima un po’ più mite.

Più informazioni su