Gli arrampicatori della Carchidio Strocchi si mettono in mostra in una due giorni di gare

Più informazioni su

È Emiliano l’avvio del campionato regionale giovanile ma la Romagna risponde prontamente balzando ai vertici delle classifiche in diverse categorie nella specialità Boulder.
Subito in mostra gli arrampicatori della Carchidio Strocchi in una due giorni di gare, prima con gli U16/18/20 e i Senior a Modena presso la palestra Rock’n Fire dei Vigili del Fuoco, poi coi più piccoli a Castelnuovo Monti sul Boulder della ASD Pietra di Bismantova, vicino a quella parete dove nell’89 si era disputato l’ultimo Campionato Italiano Assoluto FASI su roccia naturale.
La Senior Open ha visto prevalere di un soffio davanti al nostro Giovanni Placci, l’Olimpionico Ludovico Fossali del GS Esercito, ma ancora legato palestra che lo ha visto crescere dove lo allena Stanislao Zama, mentre Greta Pozzi si è presa l’ultimo gradino del podio a danno della compagna Giulia Randi, che si è dovuta accontentare della simbolica medaglia di legno.
Passando alle categorie giovanili, ottima la prestazione di Greta Pozzi, seconda U20F con Giulia Randi terza. Bronzo anche per Ernesto Placci U16M ed Erica Piscopo U18F.

Cambio di località sull’Appennino Modenese e la Giapponesina Gea Manetti, di Tokyo, ma ben radicata a Faenza, quasi a voler sottolineare che quest’anno le prime Olimpiadi con l’arrampicata si faranno a casa sua, ha lanciato un acuto sgominando le avversarie nell’U10F.
Vittoria anche di Nicole Francesconi U14F, che sembra aver acquisito sicurezza battendo anche l’emotività del passato. Ultimo podio di giornata, ma sicuramente non della sua carriera, l’argento di Allegra Luccaroni U12F.
Un plauso anche agli altri componenti del team Ilaria Parrucci, Gaia Randi, Ginevra Castellari e Giorgio Chiari, piazzati nelle parti alte delle rispettive classifiche.

Più informazioni su