Piacenza espugna il Benelli. Il palo e Mazzini negano al Ravenna la gioia del pari

Gli Ultras del Ravenna hanno voluto ricordare Simone Rispoli: "Segna ancora da lassù. Ciao Campione" hanno scritto su un grande striscione

Partita molto equilibrata al Benelli, quella giocata domenica 9 febbraio, con i giallorossi che hanno tenuto bene il capo contro un avversario costruito per le posizioni di vertice. Nella ripresa Foschi è passato al 4-3-3 per cercare il pareggio ma la distrazione in avvio di ripresa è costata cara ai giallorossi.

La prima emozione del match arriva al 12’ gran palla di Zeppella per Polidori che scatta sul filo del fuorigioco e scappa verso Cincilla, Cauz temporeggia bene e Cincilla chiude lo specchio alla punta biancorossa. La risposta giallorossa arriva al 21’ con una bella combinazione tra Mokulu e Giovinco, il 26 del Ravenna viene anticipato di pochissimo in angolo. La partita prosegue sul filo dell’equilibrio, al 33’ una palla persa dal Ravenna porta Nicco alla conclusione in acrobazia ma la palla sorvola ampiamente la traversa. L’acrobazia la prova anche Giovinco al 39’ su un cross di Martorelli, ma la sua rovesciata per quanto spettacolare è fuori dallo specchio. Un minuto dopo brivido per il Ravenna, Piacenza che conquista palla a centrocampo e verticalizza per Polidori, il suo destro velenoso colpisce il palo a Cincilla battuto.

La ripresa parte con il Piacenza determinato che trova subito il vantaggio, Della Latta parte dalle retrovie e si presenta a tu per tu contro Cincilla ben imbeccato da Nicco. Il centrocampista biancorosso non sbaglia e rompe l’equilibrio della gara, siamo al 47’. Due minuti dopo la risposta del Ravenna con il tiro al volo dal limite dell’area di Martorelli che sfiora il palo. Ravenna che ha subito moralmente il gol ed al 10’ la palla arriva pericolosamente in area, Polidori non prende il pallone che poteva garantire il raddoppio ospite. Al 20’ il Ravenna pareggia il conto dei pali con Mokulu che in spaccata impatta sul cross di Nocciolini ma non trova la gioia del gol. Dopo una fase di forcing dei padroni di casa, che però faticano a trovare spazi nelle retrovie piacentine, al 33’ si riaffacciano pericolosamente in area gli ospiti, la conclusione di Polidori grazia nuovamente i giallorossi. Ravenna vicinissimo al gol allo  scadere, grande discesa di Grassini, il suo cross arretrato vede arrivare Lora a colpo sicuro, la parata di Mazzini è miracolosa ed accende il rammarico per un pareggio che sarebbe stato fondamentale per il campionato del Ravenna. La caccia alla salvezza riparte domenica prossima al Riviera delle Palme, contro la Sambenedettese servirà un’impresa per tornare a muovere la classifica.

“Abbiamo avuto le occasioni per pareggiare, abbiamo preso un palo, Lora ha calciato un rigore in movimento – ha commentato Luciano Foschi al termine della gara -. Non cerchiamo alibi o giustificazioni per la sconfitta, ma oggi non ho visto un Piacenza surclassare il Ravenna, io credo che se alla fine la partita fosse finita 1-1 non avremmo rubato nulla. La differenza nell’economia della partita è stata che loro hanno trovato il gol, poi sicuramente in alcuni frangenti loro hanno fatto vedere la loro qualità, la loro forza ma noi non siamo stati a guardare. Non dobbiamo abbatterci e ripartire e cercare di fare punti indipendentemente da chi affrontiamo.”

Gli Ultras del Ravenna hanno voluto ricordare Simone Rispoli, il 38enne che aveva vestito anche la maglia del Ravenna tra il 2012 e il 2015, scomparso il 7 febbraio del 2018. “Segna ancora da lassù. Ciao Campione” hanno scritto su un grande striscione.

ravenna - piacenza

TABELLINO

Ravenna Football Club 1913 – Piacenza: 0-1
Serie C – Girone B – 25^ Giornata s.s. 2019/20

Ravenna Football Club 1913: Cincilla, Ronchi (24′ st Selleri), Gavioli (10′ st Nocciolini), Martorelli (11′ st Grassini), Mokulu, Caidi, Shaka Mawuli (36′ st Lora), Giovinco, Papa (10′ st D’Eramo), Zambataro, Cauz. A disp.: Spurio, Raffini, Nigretti, Fiorani, Mustacciolo. All.: Luciano Foschi.

Piacenza: Mazzini, Pegreffi, Borri, Sestu (33′ st Paponi), Nicco (40′ st Cattaneo), Polidori (39′ st Sylla), Zappella, Marotta, Milesi, Della Latta, Nannini. A disp.: Bertozzi, Imperiale, Bolis, Franchini, Castellana, Scotti, Riccardi. All.: Arnaldo Franzini.

Reti: 2′ st Della Latta.

Note: Ammoniti: Marotta, Polidori, Nicco.