Derby Pallamano Romagna – Bologna, sabato 22 febbraio

Dopo la battuta d’arresto contro la corazzata Santarelli Cingoli la Pallamano Romagna ha avuto una settimana di tempo per leccarsi le ferite e per preparare al meglio la sfida che sabato 22 febbraio, alle 18,30 al Palacattani di Faenza vedrà gli arancioblu di coach Domenico Tassinari alle prese con il Bologna United, attuale seconda forza del campionato.
Alla vigilia del difficile derby contro gli emiliani Marcello Montanari, ala offensiva della Pallamano Romagna ha rivendicato il buon cammino dei romagnoli antecedente alla sconfitta contro la capolista sottolineando inoltre come la gara contro Bologna non sia una partita qualunque.

«Sabato sarà una partita abbastanza tosta – afferma Montanari – contro una squadra di tutto rispetto che occupa la seconda posizione in classifica. Noi non dobbiamo dimenticarci del nostro cammino precedente alla gara con Cingoli perché cinque vittorie di fila siamo stati in grado di conseguirle. Dobbiamo invece dimenticare al più presto la sconfitta rimediata sabato scorso e le opportunità le abbiamo perché all’andata contro il Bologna United ce la siamo giocata alla pari. Contiamo di poter fare risultato in casa, l’idea è quella di provare a batterli perché è un derby e i derby vanno vinti. All’andata ci siamo andati vicino ma questo non basta, vogliamo fare una bella figura in casa nostra».

Per riuscirci i romagnoli continueranno a puntare sulla solidità difensiva, venuta meno nella gara contro Cingoli a vantaggio però di una miglior vena realizzativa dei giocatori.  «Abbiamo analizzato i dati e in difesa stiamo calando – ribadisce Montanari – certo il miglioramento che abbiamo avuto in attacco è positivo e considerando che quando vinciamo siamo sempre attorno ai 20 gol, realizzare qualcosa in più non guasterebbe senz’altro. Sappiamo però benissimo che per portare a casa l’intera posta in palio dobbiamo tenere basso il punteggio quindi ben venga se facciamo tanti gol e miglioriamo le percentuali realizzative ma il nostro punto di forza deve essere la difesa».