100 km di casa per sentirsi uniti: al via iscrizioni alla Firenze-Faenza virtuale

Continua l’itinerario delle ultra maratone virtuali in tempi di Coronavirus. Dopo la 50 km di Romagna sarà infatti il turno della Firenze-Faenza, originariamente in programma il 23-24 maggio 2020 ed annullata lo scorso mese causa scoppio pandemia Covid-19. L’associazione 100 km del Passatore è lieta di annunciare l’iniziativa del gruppo Facebook 100 Km di Passione che propone, nel rispetto delle norme e dei decreti nazionali e regionali vigenti, una versione “ognuno a casa sua” da ‘disputare’ il 23-24 maggio. “100 km di casa” è il nome dell’iniziativa e prevede il seguente programma:

  • dalle ore 1:00 del 23 maggio alle ore 22:00 del 24 maggio 2020 sarà possibile correre la 100 km ognuno a casa sua in tre opzioni:

▪100 km in unica sessione con tempo massimo di 20 ore

▪100 km in sessioni multiple, fino al massimo di quattro, da svolgere entro 20 ore

▪100 km in versione staffetta con massimo 4 atleti per squadra con un tempo massimo complessivo di 20 ore, in questo caso       deve essere nominato un caposquadra.

Per iscriversi all’iniziativa occorre inviare una mail all’indirizzo 100kmdipassione@gmail.com richiedendo il pettorale personalizzato con nome e numero (se disponibile, altrimenti sarà assegnato casualmente). L’iscrizione scade il 21 maggio 2020 alle 14 ed è opportuno tenere a mente che non vengono accettate le iscrizioni richieste con post, commenti o tramite messaggio messenger. I runner interessati alla staffetta possono fare riferimento al caposquadra che provvede ad iscrivere tutti i partecipanti inviando un’unica mail indicando nome della squadra, nominativi e numero di pettorale (se disponibile).

Sarà inoltre possibile pubblicare a piacere una foto o video della propria corsa con hashtag #100kmdicasa, mandare la foto del Gps sempre alla stessa mail 100kmdipassione@gmail.com per essere inseriti nelle tre classifiche distinte. L’invio dei partecipanti alla staffetta deve essere unico ed inviato dal caposquadra. In questo momento di estrema difficoltà, sapere di “correre tutti insieme”, seppur lontani, farà sentire tutti noi un vero gruppo di centisti uniti.