Conad Olimpia Teodora affida la guida del settore giovanile a Andres Delgado

Più informazioni su

Riparte con un rinforzo dell’area tecnica la nuova stagione della Conad Olimpia Teodora, che affida la guida del settore giovanile a Andres Delgado, che lavorerà in sinergia con il DT Mauro Fresa e coach Simone Bendandi portando avanti l’obiettivo di accompagnare in un percorso formativo verso la prima squadra le ragazze del settore giovanile ravennate.

Nelle scorse otto stagioni sulla panchina della Libertas Volley Forlì, Delgado torna a Ravenna dove era responsabile di Club Italia dal 1998 al 2001.

“È per me un grande onore – commenta il nuovo coach –, e devo ringraziare per questo il presidente Paolo Delorenzi, poter entrare a far parte di uno staff di grande livello con persone come Giorgio Bottaro, Mauro Fresa e Simone Bendandi. Ma è tutto il contorno che è di alto livello: ho colto anche negli altri dirigenti come Poggi e Malavolti (incontrati già il giorno della firma del contratto, ndr) entusiasmo e competenza. Sono pronto a intraprendere questo nuovo incarico con l’obiettivo di dare il massimo per soddisfare le aspettative. Sono a disposizione della società per dare una mano al settore giovanile e allenare una squadra, la B2, che ha il principale obiettivo di essere formativa per le giovani. Finora sono spesso stato avversario, ma sono anche stato 3 anni a Ravenna con il Club Italia, conosco la città e le persone che sono molto legate alla pallavolo e quindi vivo questa nuova esperienza con grandi motivazioni”.

“Cominciamo la nuova stagione con l’annuncio dell’arrivo di Delgado – aggiunge il DG Giorgio Bottaro – proprio per sottolineare ancora una volta la nostra attenzione alla crescita delle ragazze del settore giovanile. Arricchiamo ulteriormente uno staff tecnico già di alto livello, ma che migliora con il suo arrivo. Rinforziamo le basi di questa società per avere in futuro sempre più occasioni di portare in prima squadra le nostre giovani: le ragazzine di Ravenna che amano la pallavolo devono crescere sapendo che avranno l’opportunità di arrivare alla serie A nella propria città, come successo a Chiara Poggi l’anno scorso e come accadrà di nuovo anche quest’anno con un’altra under”.

Più informazioni su