Quantcast

Al via la stagione sportiva a Cervia: riaprono le palestre su tutto il territorio comunale

Più informazioni su

Al via la stagione sportiva a Cervia, riaprono le palestre nel rispetto più completo dei protocolli Covid. “Una grande soddisfazione per la nostra Amministrazione, che premia il lavoro fatto i questi mesi dagli uffici comunali.” Ha dichiarato l’Assessore allo Sport Michela Brunelli e ha aggiunto “un momento importante per tutta la comunità e per i nostri ragazzi che possono finalmente tornare a praticare attività fisica ed agonistica extra scolastica, dopo tanti mesi lontani dalle proprie passioni sportive. Ricordiamo il valore educativo dell’attività fisica nei nostri giovani, che non ha solo un ruolo legato al benessere fisico, ma valore di insegnamento e Fair Play, e per questo resta una attività fondamentale per la crescita dei ragazzi.”

Le discipline sportive all’interno delle palestre, spiegano dal Comune, si svolgeranno secondo i protocolli nazionali e regionali e secondo le normative predisposte delle varie Federazioni. Il Comune di Cervia “confida sul senso di responsabilità di tutti i dirigenti delle associazioni e società sportive, degli allenatori, degli atleti e dei loro genitori che dovranno attenersi scrupolosamente ai protocolli vigenti e ai protocolli delle Federazioni di appartenenza, nella consapevolezza che il comportamento di ciascuno condiziona la possibilità di ritornare a praticare lo sport e l’attività motoria di tutti”.

L’accesso alle palestre è consentito ai soli operatori sportivi impegnati nell’allenamento siano essi atleti, tecnici, dirigenti, collaboratori. Eventuali accompagnatori non avranno accesso all’impianto.  È vivamente raccomandato, concludono dal Comune, arrivare all’impianto già vestiti adeguatamente per l’attività che o in modo tale da utilizzare gli spazi comuni per cambiarsi muniti di buste sigillanti per la raccolta di rifiuti potenzialmente infetti. Gli spogliatoi sono utilizzabili rispettando quanto previsto dai rispettivi protocolli delle Federazioni di appartenenza per quanto concerne il numero massimo delle persone ammesse e delle attività di pulizia e disinfezione dei locali. Sarà chiaramente obbligatorio compilare e consegnare l’Autodichiarazione e rimanere obbligatoriamente e tassativamente al proprio domicilio come sintomi influenzali e temperatura corporea superiore a 37,5 gradi. Tutti i soggetti coinvolti, direzioni didattiche, amministrazione e società sportive, ognuno per la propria parte, provvederanno ad igienizzare gli ambienti per far si che si possa tornare in palestra in totale sicurezza.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da L.S

    Esattamente come a Ravenna, con le palestre scolastiche assegnate alle società sportive, occupate dai banchi di scuola (e si può comprendere), e l’assessorato che non fornisce alternative( e non si comprende).
    Bravi bravi.