Supercoppa del Centenario: al PalaCattani arriva Rimini

Più informazioni su

Si ritorna a respirare pallacanestro al PalaCattani. Domenica alle 18 la Rekico ritornerà in campo dopo uno stop forzato di otto mesi, ricevendo la RivieraBanca Rimini nella gara inaugurale della Supercoppa del Centenario. Un derby che si preannuncia molto interessante e combattuto come si è visto nell’amichevole andata in scena una settimana fa e che potrà essere seguito dal vivo soltanto da 200 spettatori, limite di capienza consentito dalle disposizioni nazionali.

Per coloro che non sono riusciti ad acquistare il biglietto in prevendita (domenica le biglietterie saranno chiuse) ci sarà la diretta streaming del match sul canale You Tube dei Raggisolaris.

Gli impegni successivi della Rekico in Supercoppa la vedranno sempre in trasferta: domenica 18 sarà di scena a Cervia contro i Tigers Cesena (ore 18) e domenica 25 giocherà sul campo dell’Andrea Costa Imola (ore 18). La vincente del girone si qualificherà alla seconda fase. L’altra partita del girone G è Andrea Costa Imola – Tigers Cesena.

DISPOSIZIONI PER ASSISTERE ALLA PARTITA

Al PalaCattani si entrerà dall’ingresso laterale lato parcheggio e non da quello di via Tambini; si potrà entrare nel palasport dalle 17; bisognerà presentarsi con il biglietto e con l’autocertificazione relativa al proprio stato di salute (si può scaricare dalla sezione ‘biglietteria’ del sito www.raggisolaris.it) poi una volta entrati, si dovrà indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento e sedersi nel posto assegnato.

L’AVVERSARIO

La Rinascita Basket Rimini è una delle favorite per la promozione in serie A2, un obiettivo che la società punta ad ottenere in pochi anni, tanto che in estate circolava la voce di una richiesta di ripescaggio nella categoria superiore. L’esperienza e la qualità sono i segreti del gruppo del confermato coach Massimo Bernardi, alla guida del club dalla stagione 2018/19, quando la RBR al suo primo anno di vita vinse il campionato di C Gold.

Tante sono le conferme in casa riminese ed infatti il roster dello scorso campionato è stato rinforzato con un solo innesto, l’ala Nicholas Crow, sceso dall’A2 dove militava da molti anni, e ritornato a Rimini, città in cui è cresciuto. Giocatori di grande esperienza sono anche il centro Tommaso Rinaldi, pure lui riminese, l’ala Giorgio Broglia, il playmaker Eugenio Rivali e il play\guardia Alexander Simoncelli, salito in serie A2 con l’Urania Milano nel campionato 2018/19. Completa il reparto degli under l’ala Francesco Bedetti, ottimo tiratore abituato a viaggiare in doppia cifra.

Passando agli under, sono stati confermati l’ala Niccolò Moffa (classe 1999), una delle rivelazioni della scorsa serie B, e il centro Matteo Ambrosin (2000) e sono stati inseriti il figlio d’arte Borislav Mladenov (guardia del 2000 nella scorsa stagione in serie A bulgara), e la guardia Filippo Rossi (2001) reduce dal campionato di C Silver con Bellaria.

IL PREPARTITA

“Siamo pronti per affrontare questa partita – spiega il playmaker Riccardo Ballabio -, perché abbiamo giocato amichevoli molto competitive dove non è mai mancata la competitività, la fisicità e la voglia di giocare da parte nostra e delle avversarie”.

“Rimini è una squadra molto competitiva – aggiunge – e non sarà di certo quella vista una settimana fa, perché si presenterà con il coltello tra i denti e vorrà riscattarsi. Tra i suoi giocatori di punta c’è Giorgio Broglia, mio compagno di squadra a Recanati: sinceramente preferirei giocarci insieme che contro, perché riesce a farsi sempre trovare al posto giusto e al momento giusto ed inoltre ha molta esperienza. Proprio l’esperienza è una delle caratteristiche di Rimini, perché ha tanti elementi che da anni giocano in B o sono stati in A2. Penso ad esempio a Simoncelli, un veterano che mi ha impressionato molto in amichevole.

“Mi aspetto un pubblico carico al PalaCattani anche se ci saranno soltanto 200 persone, perché c’è tanta voglia di venire a vedere la partita, come dimostrano i biglietti venduti in poche ore durante la prevendita. Daremo il massimo per giocare una buonissima partita e per regalare una soddisfazione al nostro pubblico”, conclude.

Più informazioni su