Caidi-Mokulu, il Ravenna va e stende Virtus Verona foto

Più informazioni su

Magi aveva chiesto un Ravenna meno bello ma più concreto ed è stato accontentato. Il Ravenna ha tirato fuori carattere e personalità ed ha dimostrato di riuscire anche a stare in partita in gare scorbutiche come quella di ieri sera. Con un centrocampo in emergenza che ha trovato una prestazione eccellente di Jidayi e con un Mokulu che ha lavorato una quantità di palloni i giallorossi si sono aggrappati alle proprie certezze per portare a casa tre meritatissimi punti.

Gli ospiti partono con il piede sull’acceleratore sperando di sorprendere il Ravenna. Al 6’ subito brivido su una lettura sbagliata di Marchi, si invola verso la porta Marcandella ma spedisce a lato. La partita è scorbutica, le trame di gioco poco lineari e si lotta per lo più a centrocampo. Al 25’ si rompe l’equilibrio, sugli sviluppi di un corner Franchini disegna con il mancino l’ennesimo assist di questa stagione e Caidi svetta più in alto di tutti portando avanti i giallorossi. Il Ravenna controlla la partita ed al 37’ trova un meritato raddoppio. Mokulu conquista un altro pallone sulla tre quarti, lo addomestica e dai 25 metri trova l’incrocio sul secondo palo per quello che è il classico gol che vale il prezzo del biglietto. Prova il Verona a darsi una scossa ma la difesa casalinga chiude agevolmente andando con il doppio vantaggio a riposo.

Alla ripresa delle ostilità i rossoblu partono subito forte per riaprirla, al 8’ è Zarpellon a concludere ma senza impensierire Tonti, tornato a difendere i pali del Ravenna. E’ il leit motiv di questa ripresa, con gli ospiti  che cercano la rete che rimetta in discussione il risultato ed il Ravenna sempre velenoso in contropiede. Per ben tre volte infatti i giallorossi hanno la palla per chiudere definitivamente l’incontro ma non riescono a capitalizzare. La prima al 14’ con Sereni che cerca la rete sulla sponda di Mokulu, ma viene respinto in angolo. Sette minuti dopo è il numero 9 a spedire fuori un’altra gran palla di Franchini ed al 23’ è Fiorani che spara centrale dopo avere recuperato un buon pallone sulla ripartenza veneta. Attorno alla mezzora gli ospiti producono il massimo sforzo, prima con una bella giocata di De Rigo in area sulla quale arriva un ottimo Marchi in chiusura, poi sugli sviluppi di un corner con Pellacani che conclude a botta sicura da centro area ma il suo tiro dopo avere impattato sulla traversa rimbalza dentro al campo nei pressi della linea di porta. L’ultima emozione è un contropiede orchestrato da Ferretti cui manca la precisione nell’ultimo passaggio per mandare in porta un instancabile Franchini.

Tre punti meritati per il Ravenna, che dopo avere ben figurato contro 3 delle prime 4 in classifica finalmente capitalizza le prestazioni fornite sul campo. Da domani fari puntati su Salò, per una trasferta complicata ma che potrà essere preparata con la fiducia e l’entusiasmo generati da questa bella vittoria.

Ravenna Football Club 1913 – Virtus Vecomp Verona: 2-0

Ravenna Football Club 1913: Tonti, Alari, Vanacore (33′ st Shiba), Franchini, Mokulu (34′ st Meli), Marozzi (6′ st Fiorani), Marchi, Martignago (7′ st Sereni), Caidi, Jidayi (43′ st Ferretti), Perri. A disp.: Salvatori, Raspa, Cesprini, Zanoni, Marra, Cossalter, Mancini. All.: Giuseppe Magi.

Virtus Vecomp Verona: Giacomel, Visentin, Daffara (1′ st Manfrin), Delcarro (24′ st Zecchinato), Arma (13′ st Pittarello), Danti, Danieli (1′ st De Rigo), Amadio, Cazzola, Marcandella (29′ pt Zarpellon), Pellacani. A disp.: Chiesa, Sibi, Pinto, Pessot, Leonardi, Carlevaris, Mazzolo. All.: Luigi Fresco.

Reti: 26′ pt Caidi, 38′ pt Mokulu. Note: Ammoniti: Jidayi, Delcarro.

Ravenna Verona
Ravenna Verona

Più informazioni su