Quantcast

Il Padel i Emilia Romagna più forte del Covid. Guerrini: pensiamo ad un evento finale, aspettando il circuito 2021

Più informazioni su

La passione per il padel si è dimostrata in Emilia Romagna più forte anche del… coronavirus. Certo, gli effetti della pandemia da Covid-19, con la conseguente emergenza sanitaria e le misure restrittive adottate dalle autorità, hanno condizionato e non poco l’edizione 2020 del Circuito regionale SideSpin (doppio maschile, femminile e misto categoria Open: possono partecipare anche i tesserati fuori regione), che però proprio in un momento tanto difficile ha confermato la profondità delle proprie radici e quindi di essere diventato un appuntamento pressoché irrinunciabile tra chi pratica questa disciplina sportiva, che sta conoscendo una diffusione senza eguali sia nel numero dei tesserati che in quello degli impianti, anche e soprattutto nel nostro territorio.

Il circuito, organizzato per il quarto anno consecutivo dalla Federazione Italiana Tennis (Comitato Padel) in collaborazione con l’azienda cesenate Match Point, per via del lockdown ha visto cancellate la metà delle 22 tappe che erano in calendario – il via era previsto a San Marino nel weekend a cavallo tra fine febbraio e inizio marzo, proprio quando sono arrivati i primi Decreti del governo e le ordinanze regionali – costringendo i promotori della manifestazione a “congelare” la formula della classifica interna al tour, che culmina poi in un Master finale, slittato dunque al 2021.

Tuttavia, appena l’attività è ripresa, la maggior parte dei circoli aderenti hanno sfruttato la possibilità di confermare l’evento, lasciando il nome SideSpin e ricevendo in omaggio il cartone di palle Dunlop messo a disposizione dallo sponsor. E così dal mese di luglio in poi sono andati in scena numerosi tornei: da Ca’ Marta Sassuolo a Torre Pedrera (Rimini), da Misano a Riccione, dal New River Piacenza al Park San Lazzaro, dallo 051 Casalecchio all’I-Padel Ravenna fino a Faenza che ha deciso di recuperare a fine ottobre la prova inizialmente prevista a marzo.

“E’ stata una risposta significativa per noi da parte dei circoli in un periodo così complicato, considerando che avevamo comunque già concesso loro una prelazione per confermare il prossimo anno la data del 2020 – sottolinea Gabriele Guerrini, titolare dell’azienda Match Point e distributore SideSpin Italia – e quindi mi sento di ringraziarli per aver confermato il loro impegno, così come un grazie va agli atleti e atlete che sono scesi in campo con impegno e rispetto, prerogative di uno sport ricco di valori e in costante crescita. Abbiamo già confermato alla Federazione l’intenzione di allestire il circuito 2021 con il proposito di toccare tutto il territorio dell’Emilia Romagna, però stiamo lavorando per verificare la fattibilità nelle prossime settimane di un evento che possa coinvolgere i protagonisti dei tornei disputati nei mesi scorsi. Lo considero un doveroso tributo nei loro confronti in attesa di darci appuntamento al prossimo anno, con la fiducia che vivremo di nuovo emozionanti sfide con centinaia di giocatori e giocatrici, compresi numerosi nazionali”.

Più informazioni su