Conad Olimpia Teodora Ravenna perde male a Soverato. Partita da dimenticare

Più informazioni su

Serata storta per la Conad Olimpia Teodora che torna da Soverato con una sonora sconfitta per 3-0 e una prestazione da dimenticare in fretta. Le ravennati non riescono a opporsi alle padrone di casa, che controllano il match fin dalla metà del primo set e non si guardano più indietro, portando a casa i tre punti.

Al fischio d’inizio coach Bendandi sceglie la coppia di centrali formata da Assirelli e Torcolacci, in campo con Morello, Piva, Guasti, Kavalenka e Rocchi libero. L’ace di Torcolacci vale il momentaneo vantaggio sul 4-6 ospite, ma Soverato sorpassa sull’8-7 e pian piano allunga, prima sull’11-9, poi fino al 15-11 grazie a due ace di Schields. L’ace di Piva illude la Conad sul 15-13, ma un altro parzialone calabrese (6-0) chiuso dall’ace di Cipriani e dal muro di Mason per il 21-13 decide il primo set, che le padrone di casa concludono al terzo tentativo per 25-18.

Nella seconda frazione Soverato si porta subito avanti 2-0 e allunga sull’8-4. Le ravennati non riescono a reagire e vengono doppiate ancora sul 10-5, poi Mason con l’ace firma il 13-6. Le padrone di casa toccano il 15-7 e la Conad prova a ricucire prima con Piva, che realizza l’attacco e l’ace per il 16-10, poi con le neo entrate Guidi e Bernabè, che mette a terra il punto del 17-13. Ravenna resta a contatto fino al 21-16, ma non riesce nell’aggancio e cede nuovamente per 25-18 sull’attacco dell’ex Lotti.

Ravenna prova la reazione in avvio di terzo set, con due punti di Piva e il muro di Torcolacci a realizzare lo 0-3, ma Soverato pareggia subito e sorpassa fino al 6-4, firmato con l’ace da Shields. Due attacchi di Kavalenka e il muro di Monaco valgono il contro-sorpasso sull’7-8 e la Conad trova anche il mini break del 11-13 ancora con Kavalenka, ma ancora una volta le padrone di casa non lasciano spazio alle ravennati. Soverato si riporta in vantaggio 14-13, le ospiti rimettono la testa avanti con due attacchi di Piva (17-18), ma nel finale di set 5 punti di Lotti permettono alle calabresi di volare sul 23-20, prima che Shields chiuda i conti sul definitivo 25-22.

“Da parte mia mi assumo le mie responsabilità per questa sconfitta  – commenta amaro Coach Simone Bendandi –, ma purtoppo quest’oggi la squadra è indifendibile perché siamo stati letteralmente vergognosi. Bisogna che le ragazze decidano cosa stanno cercando nel loro percorso personale perché si tratta davvero di grinta e di aver voglia di mettere in difficoltà l’avversario, portando in campo tutto quello che viene fatto in palestra a livello di mentalità, ancor prima che tecnica o tattica. Nelle ultime partite siamo regrediti e sta mancando proprio la qualità, perché non è pensabile poter affrontare delle partite con questo tipo di atteggiamento. Io e il mio staff siamo spiazzati di fronte alla differenza tra le situazioni di allenamento e quelle di partita. Purtroppo oggi ci siamo giocati una bella fetta di quello che avevamo cotruito nel girone di andata”.

Volley Soverato – Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-0 (25-18, 25-18, 25-22)

Soverato: Mason 11, Lotti 12, Shields 14, Piacentini 2, Bortoli 2, Meli 4, Barbagallo (L); Cipriani 1, Salimbeni, Bianchini, Ferrario 1. N.e.: Nardelli. All.:Bruno Napolitano. Ass.: Diego Boschini. Muri 4, ace 6, battute sbagliate 5, errori ricez. 3, ricez. pos 46%, ricez. perf 7%, errori attacco 2, attacco 42%.

Ravenna: Morello, Piva 16, Assirelli 4, Torcolacci 12, Guasti 2, Kavalenka 9, Rocchi (L); Poggi, Bernabè 2, Monaco 2, Guidi 1. N.e.: Giovanna. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck. Muri 6, ace 3, battute sbagliate 13, errori ricez. 6, ricez. pos 40%, ricez. perf 21%, errori attacco 10, attacco 36%.

Arbitri: Christian Palumbo e Antonio Gaetano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Augusto

    Tutti hanno le loro responsabilità, la società in primis che ha fatto scelte estive rivedibili (Kavalenka e Morello sono per ora due delusioni), che ha deciso di non rimpiazzare Grigolo ed andare avanti con Guasti (non in grado di reggere il campionato) e alle spalle come primo cambio una giovane che sta facendo il massimo ma è ancora pochino per una A2.
    La gestione dei centrali sta mandando in bambola a turno tutte e tre più di quanto non faccia la regista. Non si può vincere con una sola giocatrice, seppure fortissima.
    In questa situazione non credo che scaricare le responsabilità quasi tutte sulla squadra sia la scelta migliore.

  2. Scritto da Serena

    Non mi sembra corretto scaricare la colpa di questa sconfitta su tutta la squadra. Anche nelle scorse partite si potevano chiaramente vedere le debolezze di questa squadra. Guasti non riesce a giocare una partita intera. La palleggiatrice (MORELLO) poi?lSpero vi abbiano pagato per tenerla li!!! Altrimenti non si spiega. Ora sarebbe opportuno avere il coraggio delle proprie azioni. Bisognerebbe osare e fare cambiamenti!! Brave le altre giocatrici che però non possono fare miracoli.
    Attendiamo con ansia la prossima!!!