Faenza, Isola incontra Davide Cassani: sport traino per la rinascita economica e turistica del faentino foto

Più informazioni su

Il tema dello sport è stato al centro di in un incontro tra l’amministrazione faentina e Davide Cassani, ct della nazionale ciclistica e presidente Apt. A Palazzo Manfredi si sono incontrati il sindaco Massimo Isola, l’assessore con delega allo sport del Comune di Faenza, Martina Laghi, la presidentessa della Commissione Consiliare IV, ‘Cultura, istruzione e sport’, Simona Ballardini e Davide Cassani, attuale commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo e presidente regionale dell’Apt, l’agenzia per il turismo. Al centro dell’appuntamento, l’opportunità di un punto sul tema dello sport, tenuto conto del momento storico, per confrontarsi su progetti che potrebbero nascere dalla collaborazione tra Cassani, l’amministrazione manfreda e l’Unione della Romagna faentina. Il gruppo di lavoro ha esaminato una serie di possibili eventi da svolgersi all’aperto che potrebbero essere ospitati nei prossimi mesi, in vista di una possibile ripartenza dopo il periodo di fermo di moltissime iniziative a causa dell’emergenza sanitaria da Covid.

“Lo sport – ha sottolineato Davide Cassani – potrebbe diventare uno degli elementi caratterizzanti del nostro territorio per dare la possibilità ai nostri giovani di poterlo praticare e trarne benefici psico-fisici. È per questo che bisognerebbe investire su questo settore. Personalmente sono a disposizione per dare una mano all’amministrazione sulla base dell’esperienza maturata negli anni. Bisogna riconoscere che l’attività sportiva durante questo periodo di emergenza sanitaria è aumentata a dismisura anche tra i faentini. Allenandomi tutti i giorni tra le strade di Faenza e del faentino in genere, ha dell’impressionante quello a cui si assiste: le strade pullulano di persone che camminano, corrono e vanno in bicicletta, quasi vi fosse un bisogno interiore di poter praticare sport quale momento di liberazione. Tra l’altro il settore dell’abbigliamento e delle attrezzature sportive stanno registrando, in questi mesi, un incremento di fatturati, segno della dedizione di tanti allo sport all’aperto. A Faenza abbiamo tante realtà sportive, amatoriali e giovanili e diversi impianti dove poter svolgere attività e palestre dove potersi allenare quando sarà nuovamente possibile farlo. C’è quindi la possibilità di organizzare eventi, anche a carattere nazionale. Ad esempio, il recente campionato mondiale di ciclismo su strada, svoltosi tra Imola e il faentino, è stato un appuntamento molto importante anche sul fronte del turismo per i nostri territori frequentati tutti i giorni da chi è appassionato al cicloturismo. Sulla stessa scia tante le possibilità per il potenziamento di eventi a beneficio del turismo sul nostro territorio”.

“Assieme all’assessore allo sport, Martina Laghi e alla presidente della Commissione consigliare IV, Simona Ballardini – spiega invece il sindaco e presidente dell’Unione, Massimo Isola – abbiamo incontrato Davide Cassani, anche in una vesta di collaboratore del sistema sportivo faentino. Con lui abbiamo ragionato su alcune azioni da intraprendere a breve e medio termine. Ieri abbiamo iniziato un confronto concentrandoci su alcuni eventi che ci piacerebbe realizzare a Faenza nel primo semestre di quest’anno. Stiamo lavorando su diverse direzioni, legate al tema dell’autodromo di Imola e su iniziative di carattere nazionale più in generale e per la realizzazione della Gran Fondo Cassani, appuntamento fondamentale legato al panorama del ciclismo a Faenza. Con Cassani abbiamo ipotizzato un possibile calendario di eventi e nei prossimi giorni valuteremo la sostenibilità di queste proposte. All’inizio di febbraio poi proveremo a tirare le somme per capire quali di queste proposte riusciremo a realizzare fermo restando la Gran Fondo Cassani che abbiamo deciso di riconfermare. Abbiamo in mente un paio di grandi iniziative di carattere nazionale sulle quali stiamo facendo delle verifiche. L’incontro con Davide Cassani – conclude Isola – è stata anche l’occasione di verificare l’opportunità di promuovere l’uso della bicicletta non solo in ambito sportivo ma anche nella vita di tutti i giorni, quale mezzo di spostamento ecologico. È nostra intenzione costituire a breve una Consulta della bicicletta alla quale vorremmo che Cassani collaborasse, assieme agli assessorati alla mobilità e alla viabilità, per poter studiare e riflettere su come poter valorizzare di più la ‘due ruote’ investendo in futuro in infrastrutture in città e verso le località vicine”.

 

 

 

 

Più informazioni su