Quantcast

Rekico Faenza ritorna in campo e fa visita ai cugini della Riviera Banca Rimini

Più informazioni su

A quasi un mese dall’ultima partita disputata, la Rekico ritorna in campo e farà visita ai cugini della Riviera Banca Rimini nel match in programma al Flaminio domenica 28 febbraio alle 18. Questo sarà il primo di una lunga serie di impegni racchiusi in pochi giorni, un calendario fitto dovuto ai tanti rinvii che porteranno a disputare ben otto gare in un mese. Dopo la gara odierna ci saranno la trasferta ad Alessandria di mercoledì 3 alle 18 (recupero della dodicesima giornata) e il doppio match casalingo con Oleggio domenica 7 marzo alle 18 e con Omegna mercoledì 10 marzo alle 18, recupero dell’undicesimo turno. Sabato 13 marzo alle 18 a Cesena si giocherà l’ultimo recupero (valido per la decima giornata) poi inizierà la seconda fase. Si parte domenica 21 alle 18 in casa con Cecina poi ci sarà la trasferta ad Empoli mercoledì 24 (orario da definire) e la gara interna di domenica 28 (ore 18) con Firenze.

Rimini – Rekico sarà in diretta streaming su LNP Pass (si può sottoscrivere l’abbonamento annuale o acquistare il singolo incontro) e su Icaro Tv, canale 686 del digitale terrestre.

Ci sarà anche un ex di turno nella Rinascita Basket Rimini che domenica ospiterà la Rekico. I riminesi hanno tesserato da poche settimane Carlo Fumagalli, trasferitosi da Rieti (serie A2) dove era andato nell’estate del 2019 al termine della sua avventura a Faenza. La guardia, arrivata per sopperire all’assenza di Borislav Mladenov assente per qualche settimana causa infortunio ad una spalla, si è già guadagnato l’affetto del pubblico in sole tre partite giocate.

L’arrivo di Fumagalli conferma le ambizioni della squadra di coach Massimo Bernardi, capolista del girone (ma con tre partite giocate in più di Faenza) e decisa a salire in A2 e a partecipare alla Coppa Italia. Il miglior realizzatore della RBR è l’ala Nicholas Crow con 14.7 punti di media, seguito dal capitano Tommaso Rinaldi con 12 e dal playmaker Eugenio Rivali con 10.6, rientrato da un infortunio da poche settimane e diventato subito protagonista. Di grande impatto è anche il play Alexander Simoncelli che viaggia a 10 punti di media.

Il reparto esterni riminese può contare anche sul talento di Francesco Bedetti, ala che ha grande feeling con il canestro, e sull’esplosività della guardia Niccolò Moffa, mentre sotto canestro l’esperienza di Giorgio Broglia ben si abbina alla fisicità di Matteo Ambrosin. Completa il roster la guardia Filippo Rossi, già ritagliatasi un ruolo importante nelle rotazioni e protagonista nella rimonta in casa di Cesena, quando i riminesi hanno recuperato venti punti in meno di un quarto.

ALL’ANDATA E IN SUPERCOPPA – Quella di domenica sarà la terza sfida stagionale tra Raggisolaris e Rinascita Basket Rimini, con i faentini che hanno vinte entrambi i precedenti. In campionato la Rekico ha conquistato una vittoria incredibile, rimontando nell’ultimo quarto un passivo di 16 punti e conquistando il supplementare grazie a due triple di Testa nel finale. Decisiva anche la stoppata all’ultimo secondo di Iattoni su Moffa. Nell’overtime la Rekico vola sulle ali dell’entusiasmo piazzando subito un importante break e chiudendo poi i conti sul 76-72. Il miglior marcatore dei faentini è stato Testa con 16 punti, mentre per Rimini il top scorer è Simoncelli con 23.

IL PREPARTITA – “Abbiamo attraversato un momento difficile – spiega coach Alberto Serra -, perché ad ogni allenamento c’era qualcuno che aveva un tampone positivo e vedevo il mio gruppo perdere pezzi, ma adesso piano piano stiamo reintegrando tutti. Ci sono stati giorni in cui eravamo in due ad allenarci, ma ora siamo in dieci, carichi e motivati per dare il massimo e soprattutto vogliosi di giocare. Ancora qualcuno non è a posto, ma stiamo bene e stanno bene anche le famiglie dei giocatori e questa è la cosa più importante. Ringrazio lo staff medico, il dottor Del Favero, il dottor Trimarchi, il preparatore fisico Marabini e la dirigenza che ci è sempre stata vicina, perché tutti hanno fatto un gran lavoro. Quando si parla di pallacanestro è facile, ma quando invece si fanno i conti con la salute tutto diventa più difficile e noi siamo riusciti ad affrontare queste difficoltà nel migliore dei modi. Questa esperienza ci ha uniti ancora di più. Riguardo al derby con Rimini daremo tutto quello che abbiamo: non so se basterà, ma daremo tutto. Affrontiamo la quadra più forte del campionato, ma andiamo a giocarci la partita al massimo, perchè non vediamo l’ora di giocare. Per noi l’importante è ritornare in campo per divertirci e non ci preoccupiamo se qualcuno di noi avrà un solo allenamento nelle gambe. Pensiamo solo a fare di tutto per vincere ogni partita e le otto gare che ci aspettano in un mese ci serviranno per ritrovare la condizione”.

Più informazioni su