Quantcast

Criticità nella gestione dello Stadio Brigata Cremona. Il Sindaco: “a rischio convenzione con l’Alfonsine Calcio”

Il sindaco di Alfonsine Riccardo Graziani ha affidato ad un lungo post su facebook la propria posizione in merito alle criticità emerse nella gestione dello stadio Brigata Cremona, principale campo sportivo della cittadina, affidato alla società Alfonsine Calcio.

“In queste ultime ore, si è parlato della possibilità che la prima squadra dell’ Alfonsine Calcio disputi allenamenti e partite del campionato, così come riorganizzato dalla relativa federazione a causa dell’emergenza epidemiologica (un formato ridotto cui hanno preso parte 11 delle 43 squadre militanti nei due gironi di Eccellenza Emilia-Romagna), in altra struttura, diversa dal Brigata Cremona – spiega il sindaco -. Le partite ovviamente si svolgeranno senza la presenza di pubblico; mentre le attività dei settori giovanili sono, al momento, sospese. Di tale spostamento non è stata data contezza all’Amministrazione né sono stati dati chiarimenti, allo stato attuale e pur richiesti”.

“L’Alfonsine Calcio è, inoltre, il gestore della struttura in questione, affidatagli sulla scorta della normativa regionale di volta in volta vigente: riceve, pertanto, un corrispettivo per provvedere alla gestione complessiva dell’impianto e delle attività in esso svolte assumendo tutti i connessi oneri economici e organizzativi, per provvedere alla manutenzione ordinaria dell’impianto e degli arredi e attrezzature e di ogni elemento di pertinenza, ai servizi di apertura, chiusura, custodia vigilanza e pulizia dell’impianto sportivo; deve inoltre acquisire ogni autorizzazione, permesso, licenza e/o nulla osta occorrente all’esercizio dell’attività di gestione; osservare le vigenti norme in materia di sicurezza per assicurare l’incolumità di tutto il personale (dipendenti, atleti, spettatori, tecnici, ecc..) coinvolto direttamente e indirettamente nell’uso e gestione dell’impianto, nonché ogni altra norma in materia che sia emanata durante il periodo di durata dell’affidamento; il gestore deve poi farsi carico di tutti i costi e spese vive inerenti alla gestione. Questa modalità gestionale, non certo infrequente, determina dei risparmi anche in capo al Comune che incorrerebbe in oneri maggiori con una gestione con proprio personale e mezzi – prosegue Graziani, sottolineando che “l’ultima gestione è stata concessa mediante esperimento di gara ad evidenza pubblica tenutasi la scorsa estate, così come previsto dalle nuove norme in materia”.

Il sindaco spiega che  “si sono però verificate, soprattutto negli ultimi mesi, criticità relative alla gestione dell’impianto e alla sua tenuta, di volta in volta segnalate al gestore dall’amministrazione comunale e che hanno giocoforza determinato la sospensione, tutt’ora perdurante, dei pagamenti da parte del Comune; e, a tal riguardo, si riscontravano alcune difficoltà nel rinvenire interlocutori, all’interno della compagine, che potessero far fronte alle problematiche in questione” .

“Anche per quanto concerne il settore giovanile, fino a tempi recenti fiore all’occhiello dell’Associazione ed uno dei maggiori a livello provinciale, sarebbero necessari diversi chiarimenti sulle relative prospettive” prosegue.

Il primo cittadino sottolinea che “attualmente, si è in attesa di avere un riscontro concreto da parte dell’Associazione su tali tematiche e l’auspicio è che ciò possa avvenire e in tempi brevi; in mancanza, tuttavia, si sarà costretti a risolvere l’attuale convenzione e a disporre un nuovo bando per la gestione della struttura”.

“Anche in tale denegata ipotesi, l’impegno dell’Amministrazione sarà quello di assicurare ai giovani alfonsinesi la possibilità di praticare questa attività sportiva negli impianti presenti; e si ritiene che la nostra Città sia in grado di esprimere tutte le forze e le risorse per garantire questa finalità già dalla prossima stagione – prosegue – .
Permane altresì la volontà del Comune di investire con decisione nel potenziamento dei propri impianti sportivi, così come fattosi negli ultimi anni: il riferimento non è al solo Brigata Cremona, ma anche alle altre strutture presenti nei nostri territori come, per limitarci agli esempi più recenti, la Palestra A. Strada, la recente ristrutturazione della tensostruttura presso il campo Bendazzi e la nuova palestra a Longastrino che sarà terminata entro l’anno”.

Stadio Brigata Cremona - Alfonsine