Quantcast

Argento e bronzo per l’Orienteering manfredo alla Coppa Italia FISO

Riprende dopo un anno di pausa l’Orienteering manfredo e già arrivano segnali positivi nelle gare che contano grazie a due podi di Daniele Jabr e ai numerosi piazzamenti di Mauro Bussi della squadra Carchidio Strocchi

Con le prime due prove di Coppa Italia FISO sulla distanza Sprint è partita dal Veneto l’attività di Orienteering 2021.
Entrambe in provincia di Vicenza a Lonigo e Montecchio Maggiore a cura della società Park World Tour Italia SSD con tracciatori Riccardo Scalet e Janos Manarin.

Nella prima, Mauro Bussi e Daniele Jabr concludono rispettivamente 10° fra gli M50 e 5° fra gli M40, un riscaldamento in vista della successiva per Daniele Jabr, che sale sul terzo gradino del podio dopo un percorso veloce e pianeggiante con una serie di passaggi all’interno del paese, richiedenti esecuzioni rapide. Dietro di lui Mikhail Mamleev, CT della Nazionale Assoluta di Corsa Orientamento e campione internazionale. Top ten anche per Mario Bussi, che conferma la precedente prestazione.
Le ultime due manifestazioni si sono svolte a cura della ASD Vicenza Orienteering Team, sempre nel comprensorio della provincia veneta.

La terza tappa del circuito Sprint ha visto come teatro il centro storico di Schio e relativo castello. Ancora un acuto di Daniele Jabr, secondo nel duello con Mikhail Mamleev, che questa volta si prende la rivincita. 8° Mauro Bussi.

Tutto tra gli alberi, invece, il primo appuntamento della Coppa Italia Bosco, ultima fatica in ordine di tempo a Velo D’Astico (VI) su percorso reso estenuante sotto il profilo sia fisico che psicologico dalla presenza di terreno scivoloso e sassi. Dignitosa la prestazione di Jabr e Bussi, fuori dai giochi di testa, ma con distacchi minimi.