Quantcast

Buoni risultati per Atletica 85 Faenza a Modena e Cesena

Sono state due partenze convincenti per gli atleti biancoazzurri alle prime uscite stagionali di Modena e Cesena. Rispettivamente il trofeo Casa Modena e il Trofeo Jingold sono stati due meeting con gare spurie, cioè distanze di gara non facenti parte del programma olimpico, utili al fine di testare la condizione e riassaporare la gioia della competizione.

In ordine cronologico sabato a Modena si sono viste brillare Giulia Gandolfi 2a nei 200hs con 29″68 e Francesca Amadori 7a in 31″28. Nella distanza corta della marcia Matilde Ponti ha abbattuto il proprio personale di ben 18’’.

Nella ventosa Cesena, domenica si è invece partiti con un bel 300m di Silvia Dal Pane che ha messo a segno un 47″05 (PB). Vola il giavellotto di Luca Capra fino a 38,52m. PB portato a 1,58m poi per Aurora Bacchini nel salto in alto ma che, non contenta, lancia anche a 32,74m il giavellotto, utile in vista della gara regionale di prove multiple che si disputerà a Faenza settimana prossima. Bell’esordio stagionale anche per Cesare Linguerri che galoppa sui 3.000m in 9’12” ritoccando il proprio PB di oltre 10″. Bene anche la Signora della Corsa Elisa Gobbi che sui 3.000m chiude in 13’13’’.

Modena e Cesena

Giulia Gandolfi sul podio a Modena 

Nel pomeriggio la staffetta 100+200+300+400m. Partono i maschi con Jacopo Niccolini, Manuel Lima, Carlo Montaguti e Samuele Orlandi che viaggiano tutti alla grande e fanno segnare l’ottimo tempo di 2’05”, terzi all’arrivo ma purtroppo squalificati per un cambio appena fuori settore. Rammarico nei ragazzi ma grande gioia per il lavoro di squadra.

Le donne invece non sbagliano e lasciano il vuoto dietro di loro. Carolina Alvisi, Vittoria Bosi, Francesca Amadori e Giulia Gandolfi vincono la staffetta in 2’20” lasciando le avversari a quasi 10″ di distacco. Grande gioia per una prestazione che lascia tutti e tutte sorprese.

Belle esperienza che lasciano gli atleti carichi e soddisfatti per continuare con il buon lavoro fatto fino ad ora.