Quantcast

Faenza. Al PalaCattani big match Rekico-Piombino

Si riaprono le porte del PalaCattani dopo oltre tre settimane e il palasport faentino sarà il teatro di un vero e proprio big match. Ospite della Rekico domenica alle 18 sarà la Solbat Piombino dell’ex Mattia Venucci (a Faenza dal 2017 al 2019), formazione sospesa tra play out e play off in cerca di punti preziosi per riscattare una stagione negativa.

Anche ai Raggisolaris non mancheranno le emozioni: con una vittoria possono allungare l’imbattibilità nella seconda fase di campionato e compiere un altro passo decisivo verso la matematica qualificazione ai play off. Gli ingredienti per una sfida emozionante dunque non mancano.

Rekico – Piombino sarà in diretta streaming su LNP Pass (si può sottoscrivere l’abbonamento annuale o acquistare il singolo incontro).

L’AVVERSARIO. Ricordi di un passato lontano e recente e punti fondamentali per la classifica. Non mancherà davvero nulla al match di domenica contro la Solbat Golfo Basket Piombino, reduce dalla sconfitta casalinga al fotofinish con Rimini e in piena corsa per un posto nei play off che la ripagherebbe di una stagione sfortunata sin dalla preseason. Tra il Covid e gli infortuni (incredibile quello che è capitato a Renato Buono arrivato a gennaio e rottosi il crociato anteriore del ginocchio sinistro dopo soli 15” dal suo debutto con la maglia toscana), Piombino non è riuscita a rispettare i pronostici estivi che la davano tra le favorite per le prime posizioni. I soli 8 punti del girone d’andata sono stati comunque riscattati dalle vittorie con Imola e Omegna nella seconda fase, senza dimenticare che dovrà essere recuperato il match ad Alba. Un cambio importante alla stagione della Solbat lo ha portato anche coach Damiano Cagnazzo, arrivato a gennaio al posto di Enrico Fabbri.

Dici Piombino e subito viene in mente Mattia Venucci, a Faenza dal 2017 al 2019 e capitano della Rekico nella sua seconda stagione romagnola, ritornato questa estate nella squadra che lo ha fatto conoscere a livello nazionale, vestendo subito i panni di leader. I suoi 18 punti nella seconda fase sono uno dei punti di forza del Golfo Basket che può contare anche sull’esperienza dell’ala\pivot Giacomo Eliantonio (20 di media) e sul tiro della guardia Mirco Turel (19.3) entrambi con un lungo passato in A2. Altri punti di forza dei toscani sono i senatori Camillo Bianchi, quarto marcatore dei suoi con 13 di media, e il centro Edoardo Persico, fermo ai box da metà marzo: i due vestono da anni la canotta gialloblu.

Il mercato oltre allo sfortunato Buono ha portato l’ala\pivot classe 2000 Giorgio Calvi, arrivato dall’A2 dove militava a Verona, e il play Andrea Tracchi, che ha debuttato nell’ultimo turno di campionato contro Rimini, free agent nella prima parte di stagione.

Completano il roster l’ala Saverio Mazzantini e gli under Niccolò Pistolesi, ala del 2000, Francesco Galli, play\guardia del 1998, Vincenzo Guiana, guardia\ala del 2000, e Tommaso Mezzacapo, guardia\ala del 2001.

Piombino rievoca anche bei ricordi legati alla stagione 2015/16, la prima dei Raggisolaris in serie B. All’andata i faentini persero in casa 91-83 un match molto combattuto e al ritorno vinsero 95-87 in toscana, conquistando la salvezza diretta evitando i play out. In quella squadra c’era anche Venucci, eletto miglior giocatore della serie B nella stagione 2015/16.

IL PREPARTITA. “Abbiamo tanta voglia di giocare – afferma l’ala Marco Petrucci, capitano della Rekico -, perché tre settimane di soli allenamenti sono state infinite e ora siamo belli carichi per scendere in campo. Piombino è una grande squadra e sono molto contento di ritrovare Venucci con cui ho legato molto nella stagione in cui abbiamo giocato insieme a Faenza. Il Golfo Basket ha grandi qualità e la sua classifica è figlia soltanto dei tanti problemi dovuti al Covid e agli infortuni che ha avuto nei mesi scorsi: non merita infatti quella posizione. Il faro di Piombino è Venucci, uno dei migliori giocatori di tutta la serie B, poi ci sono Turel, ottimo tiratore che ha vinto il campionato ad Orzinuovi, Eliantonio, salito in A2 con l’Urania Milano, Bianchi e Persico soltanto per citarne alcuni. Ci aspetta quindi una partita impegnativa come lo sono state tutte le altre se non di più, perché troveremo un avversario a caccia di punti per provare a rientrare in corsa per i play off. Dovremo stare sempre attenti, perché Piombino ha giocatori che possono piazzare break in pochi minuti essendo tutti tiratori. Da tre sono micidiali, ma anche da due hanno ottime percentuali. Bisognerà quindi difendere con aggressività e imporre i nostri ritmi sin dall’inizio”.