Quantcast

Pallamano Romagna. Il presidente Sami: “Piena fiducia nel lavoro del tecnico Folli”

Più informazioni su

In vista del big match contro la capolista Malo, taccuino aperto per il Presidente della Pallamano Romagna Vito Sami.

Presidente Vito Sami, la Pallamano Romagna di serie A2 sta tentando di uscire da un periodo molto difficile per tanti motivi. Cosa ne pensa? “E’ un periodo sicuramente difficile quello che sta vivendo la nostra squadra di serie A2 dal mese di febbraio in avanti. Anche altre società hanno vissuto difficoltà simili e ne sono uscite abbastanza bene. Noi stiamo facendo fatica ad uscirne per una serie di motivi, tra cui il più importante è l’assenza temporanea dell’allenatore Domenico Tassinari che ha portato al cambio di guida tecnica affidata a Fabrizio Folli. “Fabbro” non è stato agevolato nel suo lavoro dalle continue pause nella programmazione degli allenamenti con conseguenti assenze di atleti: la società è al suo fianco e rinnova la propria fiducia in lui. Altro problema, poi, la contemporanea indisponibilità di Amir Boukhris e Nicolò Bianconi alle quali, purtroppo, dopo l’ultima partita si va ad aggiungere quella di Fabrizio Tassinari, cioè i tre titolari nel ruolo di centrale, il regista della squadra. Coach Folli si dovrà reinventare quello che sarà la guida del gioco d’attacco fino alla fine del torneo”.

La posizione della società in questa situazione? “La società, come dicevo prima, è pienamente al fianco di Fabrizio Folli e sta prodigandosi in tutti i modi per mettere la squadra nelle migliori condizioni per poter lavorare serenamente. I ragazzi ci stanno mettendo tutto il loro impegno e disponibilità negli allenamenti e sono sicuro che sapranno reagire ed uscire da questo periodo e dimostrare tutto il loro valore. Quello che non vorrei più vedere sono certi atteggiamenti di supponenza e presunzione che non sarebbero tollerabili nemmeno da giocatori esperti, figurarsi da giovani atleti che devono dimostrare ancora tutto! A fine stagione faremo un bilancio e soprattutto questi aspetti saranno i primi che verranno presi in
considerazione per valutare chi merita di essere confermato nel gruppo della prossima stagione”.

I diversi rinvii a cui è stato costretto il Romagna, non rendono completamente realistica la classifica: cosa ci si deve aspettare dalla squadra fino al termine del campionato, recuperi compresi? “Ci attende un mese di fuoco con ben 7 partite concentrate in 30 giorni, più di metà girone di ritorno. Mi aspetto massima concentrazione su tutte le gare, a cominciare da quella di sabato contro la capolista ed autentica dominatrice, Malo. La classifica non dovrebbe destare preoccupazioni anche se in questo momento critico è meglio guardarsi le spalle piuttosto che guardare in alto, la salvezza aritmetica non c’è ancora, la terz’ultima è a 8 punti e tutte le squadre sembrano essere in salute ed agguerrite. La stessa grinta e voglia di vincere la vorrei vedere anche negli occhi dei nostri ragazzi, non devono mai dimenticarsi che sono un esempio per tutti i ragazzi dei nostri settori giovanili che li stanno seguendo nelle dirette online e supportando da lontano in attesa di poterlo fare al più presto di persona”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da R.

    Per la Redazione: dopo aver visto il titolo e, leggendo l’articolo, sono rimasto un attimo “spiazzato” perché non mi risultava ci fosse una squadra “Pallavolo Romagna” in A2…
    Infatti è “Pallamano” e non Pallavolo, come nel titolo.